Ampliando al meglio la soffitta è possibile recuperare ulteriore spazio abitativo. In questo caso, è particolarmente importante progettare nel modo giusto .
© Getty Images / Westend61

Costruire e acquistare

Trasformare la soffitta: da deposito a spazio abitativo

Thomas Bott

Spesso nelle abitazioni la soffitta è uno spazio scarsamente utilizzato. Ma non deve essere per forza così, essendo perfetta anche come spazio abitativo. Per poterla utilizzare come tale, deve tuttavia essere trasformata. Esistono alcuni aspetti da considerare, perché non mancano le insidie. Ma con la giusta progettazione si eviterà di incorrere in problemi. Scoprite qui quali sono le disposizioni di legge in materia di recupero della soffitta, perché è meglio affidare la realizzazione di un tale progetto a un professionista, quali sono le particolarità da tenere in considerazione per l'arredamento e a quanto ammontano i costi.

Disposizioni di legge: eseguire per tempo le opportune verifiche

Prima ancora di iniziare a progettare i lavori di recupero, dovreste controllare le disposizioni di legge del vostro comune. L'ufficio tecnico competente dispone delle relative informazioni ed è quindi il primo punto di contatto a cui rivolgersi. Spesso, per la trasformazione di una soffitta serve una concessione edilizia. I problemi potrebbero sorgere nei seguenti ambiti:

  • Indice di sfruttamento: potete utilizzare come superficie abitabile solo una determinata parte della superficie totale della vostra proprietà, definita tramite l'indice di sfruttamento. Questo valore varia da comune a comune. Per calcolare la superficie utile lorda, è sufficiente moltiplicare la superficie di terreno per l'indice di sfruttamento. Ad esempio, se l'indice è 0,25 e la vostra proprietà è pari a 500 metri quadrati, ne deriva una superficie utile lorda di 125 metri quadrati. Perché questo dato è importante per il recupero della soffitta? Perché tale superficie comprende solo le superfici abitabili utilizzate. Se la sfruttate già completamente, con il nuovo spazio abitativo supererete il valore e l'ufficio tecnico non vi rilascerà alcuna concessione.
  • Forma e altezza del tetto: la progettazione di una stanza supplementare nel sottotetto potrebbe anche modificare l'altezza del tetto o la sua forma. In questo caso, si tratta di modifiche che devono essere comunicate e discusse con l'ufficio tecnico. Infatti, potreste superare l'altezza totale consentita dell'edificio.
  • Finestre e lucernari: nuove finestre o un lucernario apportano più luce nello spazio abitativo appena trasformato. Tuttavia, rappresentano anche un cambiamento strutturale. Anche questo punto deve pertanto essere chiarito con l'ufficio tecnico competente. In caso contrario, potrebbero essere violate le norme locali per la tutela dei monumenti e della protezione degli insediamenti.

Richiedete informazioni su qualsiasi altro regolamento che potrebbe riguardare il vostro comune. Dovreste procedere alla fase successiva del progetto soltanto quando sarete sicuri di avere le carte in regola dal punto di vista legale e avrete ottenuto le necessarie autorizzazioni.

Un uomo indica un angolo sotto una finestra. Un altro uomo che indossa un casco da cantiere osserva con attenzione.

Il recupero è soggetto a molte regole e condizioni. È quindi necessario consultare un architetto e professionisti dell'edilizia.

Ristrutturare la soffitta: un professionista aiuta nella progettazione

Pianificate la ristrutturazione della soffitta nel modo più lineare possibile. Si tratta di un fattore importante per garantire la sicurezza della struttura e per non incorrere in costi imprevisti. Dopotutto, il progetto non consiste semplicemente nell’arredare la mansarda. Un professionista vi aiuterà a valutare gli aspetti particolarmente importanti.

  • Statica: se si utilizza la soffitta come spazio abitativo supplementare, il carico sulla struttura è notevolmente più elevato rispetto a quello di un semplice magazzino. La muratura dovrebbe essere in grado di sostenerlo. Se si intende costruire nuove pareti, ad esempio, è consigliabile commissionare sia un architetto sia un ingegnere civile.
  • Isolamento: se le stanze sotto la soffitta hanno solo un impiantito, il nuovo ambiente non sarà isolato. In inverno si raffredderà molto rapidamente e in estate farà un caldo insopportabile. Durante i lavori di trasformazione è quindi necessario assicurarsi che il tetto sia adeguatamente isolato. Esistono diversi tipi di isolamenti per tetto. Un'azienda specializzata saprà consigliarvi la soluzione più adatta a voi.
  • Riscaldamento: anche con il miglior isolamento non si può rinunciare a un impianto di riscaldamento. Il sottotetto solitamente non fa parte del circuito di riscaldamento esistente. Cambiarlo è costoso e richiede tempo e denaro. Inoltre, non è sicuro che l'impianto di riscaldamento possa coprire anche il fabbisogno supplementare. Un'alternativa potrebbe essere il riscaldamento a infrarossi.
    Elettricità e acqua: qui tutto dipende da come intendete utilizzare questo spazio. Se state progettando di realizzare un piccolo appartamento indipendente, dovrebbero essere disponibili anche un bagno e una cucina. In questo caso è necessario posare i tubi dell'impianto idraulico. Nella maggior parte dei casi vi servirà l’elettricità. Anche in questa situazione, una semplice prolunga non è sufficiente. Per i cavi a parete con prese e le eventuali possibilità di collegamento per le lampade a soffitto è necessaria una chiara progettazione.
  • Pavimento: se l'isolamento acustico non gioca un ruolo importante in una cantina a uso abitativo, per una soffitta vale l'esatto contrario. Infatti, chi sta al piano di sotto non vuole sentire ogni movimento delle persone che si trovano al piano di sopra.
  • Pareti: ovviamente, la forma del tetto influisce significativa su questo punto. Ma è anche possibile apportare modifiche strutturali alle pareti interne, ad esempio per compensare parzialmente l'inclinazione del tetto. In questo modo si semplifica il posizionamento dei mobili, ma generalmente si riduce leggermente la superficie utile.
Vista di un sottotetto durante i lavori di trasformazione. È chiaramente visibile la membrana isolante già installata.

L'isolamento del sottotetto è particolarmente importante, altrimenti il locale è difficilmente utilizzabile.

Trasformazione della soffitta: particolarità dell'arredamento

La soffitta può essere trasformata in diverse stanze, ad esempio può diventare una camera da letto, un ufficio o una camera per i bambini. Tuttavia, vi sono alcuni aspetti da tenere in considerazione in merito all'arredamento. Ad esempio, i colori chiari sono particolarmente adatti per le pareti perché creano visivamente più spazio e un'atmosfera accogliente. Anche sul pavimento, i legni chiari rappresentano un vantaggio.

Scegliete armadietti bassi affinché le pendenze del tetto, spesso esistenti, non rimangano inutilizzate. Divani e letti non devono quindi essere troppo alti. Un letto boxspring è pertanto decisamente poco adatto, perché lascia troppo poco spazio nella parte superiore. Un letto futon costituisce un'alternativa più interessante. Anche un divano con schienale basso contribuisce ad alleggerire l'ambiente.

Un sottotetto ristrutturato e utilizzato come soggiorno con legno chiaro alle pareti e sul pavimento.

Una soffitta ristrutturata e arredata può essere davvero bella. In questo caso funge da salotto.

I costi: trasformare la soffitta non è un'operazione economica

Un buon isolamento, la posa di tubature, l'installazione di un impianto di riscaldamento, l'isolamento acustico del pavimento e molto altro ancora: la trasformazione della soffitta non comporta soltanto un'elevata mole di lavoro, ma anche costi importanti. Ciò non andrebbe sottovalutato in fase di progettazione. La realizzazione di una camera supplementare o addirittura di un intero appartamento sotto il tetto possono facilmente raggiungere cifre pari a 50 000 franchi e, in alcuni casi, superare anche i 100 000 franchi.

Le modifiche strutturali della casa e l'isolazione sono particolarmente costose. Tuttavia, entrambe possono anche corrispondere un aumento del valore dell'immobile. E l'investimento vale anche in termini di comfort, perché alla fine lo spazio a disposizione è nettamente maggiore.

Conclusione: una mole di lavoro ingente da affidare preferibilmente a un professionista

Esistono molti requisiti e ostacoli da considerare quando nella trasformazione della soffitta. Ciò lo rende un progetto per il fai-da-te solo a determinate condizioni. Per questo motivo è necessario coinvolgere un professionista per la progettazione e la realizzazione dei lavori. Più dettagliati sarete nell’illustrare le vostre aspettative, migliore sarà il risultato – e infine disporrete di una bella stanza nuova nella vostra casa. Ad ogni modo, andrebbe comunque stabilito in anticipo un tetto massimo per le spese, trattandosi di un'operazione costosa.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.