Una giovane donna, seduta a un tavolo in soggiorno, utilizza un computer portatile. Accanto a lei si trovano uno smartphone e un blocco note.
© Getty Images

Arredare

Soggiorno: idee e consigli per l’arredamento

Thomas Bott

I soggiorni sono ambienti non solo dedicati al relax, ma anche alla comunicazione e all’intrattenimento. Date le loro numerose possibilità di utilizzo, a volte possono esserci opinioni molto contrastanti in merito al loro design e arredamento. Vi illustriamo cosa osservare durante la progettazione, presentandovi i diversi stili che possono ispirarvi nell’arredamento del vostro soggiorno.

Soggiorno: trovare l’ambiente giusto

Sono due le situazioni in cui i proprietari di immobili solitamente si preoccupano della disposizione del soggiorno: durante la progettazione della planimetria di una nuova casa, oppure se si vuole spostare il soggiorno in un’altra stanza.

In entrambi i casi vale la seguente regola: i soggiorni ampi offrono maggiore libertà di progettazione e più spazio per l’arredamento. Ma anche quelli più piccoli possono risultare accoglienti. In ogni caso, bisogna assicurarsi che nella stanza entri il più possibile la luce del giorno, ad esempio utilizzando finestre fino al pavimento. La scarsità di luce naturale può avere ben presto un effetto negativo sull’umore – e probabilmente non vorrete dover accendere la luce tutto il tempo.

La moquette dona una piacevole sensazione al calpestio e generalmente risulta meno fredda dei pavimenti duri. Tuttavia, è anche più difficile da tenere pulita rispetto, ad esempio, al parquet. Inoltre, si tratta di una soluzione poco indicata per coloro che soffrono di allergie. In alternativa è possibile ricorrere a un tappeto, ad esempio nella zona del divano e del tavolo.

E se vi attira anche l’idea di installare un caminetto nel soggiorno, è meglio considerarlo già durante la progettazione della stanza. Mentre una stufa o un termocamino si possono installare anche in un secondo momento, un caminetto vero e proprio richiede una certa pianificazione e preparazione. Se il soggiorno non è ancora stato arredato, l’esecuzione dei lavori risulta molto più semplice.

Arredare il soggiorno: 6 stili diversi come ispirazione

Una volta definiti gli elementi fondamentali, si può procedere alla progettazione dettagliata. Le diverse colorazioni delle pareti, i materiali per il pavimento e la scelta dei mobili rendono unico ogni soggiorno. Tuttavia, gli stili di arredamento si possono riassumere perlomeno approssimativamente. Le seguenti idee per l’arredamento della stanza funzionano per la maggior parte sia nei soggiorni grandi sia in quelli piccoli.

1. Il soggiorno minimalista

In questo stile di arredamento, il bianco e i colori chiari predominano su mobili e pareti. È possibile aggiungere piccoli accenti di colore con elementi decorativi abbinati. Ma anche in questo caso vale la regola: «less is more». Qualche candela per un’atmosfera serale romantica o un vaso con un fiore poco appariscente sono già dettagli sufficienti.

Per lo stile dei mobili consigliamo linee chiare. I motivi e le decorazioni vivaci non si adattano a questo stile. Idealmente, il televisore dovrebbe fondersi con l’ambiente, per esempio se appeso al muro. Divano e poltrone non devono avere motivi sui rivestimenti ed essere di colore bianco, beige o grigio. Allo stesso tempo, tutti gli elementi sono un po’ distanziati, il che conferisce alla stanza una maggiore profondità. L’illuminazione è discreta, preferibilmente anche indiretta. I salotti minimalisti appaiono freschi ma emanano una certa eleganza.

Un salotto minimalista con pochi mobili in bianco e grigio ed elementi decorativi discreti.

Lo stile minimalista è sobrio, aperto e privo di colori appariscenti. Questo crea un effetto visivo di maggiore spaziosità.

2. Il soggiorno in stile rustico

In questo stile di arredamento, le pareti sono solitamente di colore beige o in tonalità analoghe. Parziali rivestimenti in legno, in pietra naturale o anche con muratura a vista si inseriscono molto bene in un soggiorno rustico. Per il pavimento sono adatti tipi di legno scuri, che tra l’altro dovrebbero avere un aspetto il più naturale possibile. Anche le decorazioni si basano su questi elementi, poiché il legno e la pietra definiscono a loro volta il design del soggiorno. Un camino in pietra e tappeti in pelliccia ecologica completano visivamente la stanza.

L’arredamento deve essere funzionale e il più naturale possibile. I mobili si adattano al pavimento scuro e quindi risultano meno appariscenti. Anziché in tessuto, divani e poltrone sono rivestiti con materiali lisci, ad esempio in similpelle. Ad esempio, un ceppo di legno con piano in vetro può fungere da tavolino per il divano. Ma anche un oggetto in pietra naturale si inserisce bene nella visione d’insieme. Per la decorazione si utilizzano alcune semplici piante ed elementi in legno o pietra. Al posto dei quadri, per abbellire la stanza è possibile appendere corna artificiali. Anche l’illuminazione dovrebbe contribuire a donare tonalità calde all’ambiente. Inoltre potrebbe piacervi l’idea di decorare con candelieri rustici.

Un soggiorno con arredamento in legno e mobili scuri. Sulla parete sinistra si trova un termocamino.

Lo stile rustico appare visivamente robusto, naturale e accogliente. Al centro dell’attenzione vi sono soprattutto mobili scuri.

3. Il soggiorno in stile «casa di campagna»

Colori chiari per le pareti e i pavimenti si addicono allo stile «casa di campagna». Il bianco e il beige sono particolarmente indicati. Il pavimento in legno chiaro si adatta bene al design delle pareti. Anche in questo caso un caminetto o un termocamino conferisce calore. Travi a soffitto e porte in legno decorate donano un tocco finale al look.

Nell’arredamento della stanza, il legno gioca un ruolo fondamentale. I mobili sono spesso verniciati e decorati. Tutto ha un aspetto artistico – pur mantenendo la sua concretezza. Lo stile «casa di campagna» è accogliente, quindi il tessuto si adatta meglio della pelle per divani e poltrone. Le piante si integrano bene nel soggiorno in stile «casa di campagna». Per quanto riguarda i colori, spazio anche a tonalità più decise. La lavanda, ad esempio, crea un contrasto particolarmente piacevole con i mobili chiari e il legno naturale.

Mobili imbottiti, un camino, legno e colori chiari sono gli elementi caratteristici di un salotto in stile «casa di campagna».

In passato, le case di campagna erano prevalentemente residenze secondarie di famiglie benestanti. Lo stile risulta accogliente e al contempo raffinato.

4. Il soggiorno in stile retrò

Con gli stili retrò, il tempo sembra essersi fermato a qualche decennio fa. Spesso in questo ambito si usa il termine vintage. Spetta quindi a voi decidere cosa significa questo termine per l’arredamento del soggiorno. Gli anni ’70 o ’80 sono tra i più popolari come modelli di ispirazione. In entrambi i decenni andavano di moda i colori accesi. Di conseguenza, in un soggiorno in stile retrò, ciò caratterizza anche il design delle pareti e del pavimento. Carta da parati, tappeti e cuscini con motivi. E in particolare, tutto molto variopinto.

Colori vivaci e motivi appariscenti si abbinano bene anche a divano e poltrone. I mobili del soggiorno come armadi, credenze e cassettiere sono altrettanto meno sobri. Si addicono bene anche sedie con gambe sottili in metallo e una seduta in rattan intrecciato o in plastica colorata. Dischi dell’epoca con il relativo giradischi sono perfetti come elementi decorativi. Anche oggetti d’arte e piante da interni si integrano bene nel contesto generale. Consiglio: in una stanza in stile anni ’80, una lampada al neon può essere il dettaglio perfetto.

Un soggiorno in stile retrò. In primo piano spiccano una sedia in metallo gialla e tavolini a forma di cubo.

Vinili, colori brillanti e forme insolite caratterizzano lo stile retrò. Non è raro che in questo arredamento si sovrappongano diversi decenni di cultura abitativa, dagli anni ’50 agli anni ’90.

5. Il soggiorno scandinavo

Molti svizzeri (ma anche i nostri vicini europei) amano lo stile scandinavo che è caratterizzato da un aspetto semplice e funzionale. I colori sono tenui, le pareti spesso sono semplicemente bianche. I pavimenti in legno in tonalità altrettanto chiare permettono di far apparire la stanza più grande. Di conseguenza, lo stile funziona anche in locali piccoli.

L’arredamento dei salotti scandinavi è moderno, semplice e funzionale. Le linee chiare ricordano il minimalismo. Il design è aperto e accogliente, molti mobili hanno gambe leggermente più lunghe. Divano, poltrone e tavolino non devono essere troppo vicini. La decorazione è composta da pochi elementi minimalisti ma raffinati.

Un divano verde con uno sgabello verde e qualche decorazione verde. I mobili sono disposti liberamente nella stanza.

Lo stile scandinavo è tranquillo, moderno e funzionale. Non esistono praticamente limiti ai colori – e questo consente un’ulteriore personalizzazione.

6. Il soggiorno industriale

Questo stile è fortemente marcato, come lo stile rustico. Tuttavia, un salotto industriale punta più sul metallo che sul legno. Ad esso si addicono locali ampi e molto luminosi. Le pareti non devono essere dipinte o tappezzate con precisione. La muratura a vista è perfino auspicabile in questo caso. Un pavimento in pietra o legno non trattato è una buona scelta.

Per i mobili non deve mancare un materiale specifico: il metallo. Può trattarsi di una struttura in acciaio con inserti in legno o di un pezzo d’arredamento completamente in metallo. I colori scuri si adattano bene, ma non devono essere una scelta obbligata. Le scaffalature aperte, riempite con pochi oggetti o con qualche elemento decorativo, aggiungono un tocco di calore all’ambiente, altrimenti un po’ freddo. Sulle pareti stanno bene vecchie insegne di fabbriche o cartelli pubblicitari. Per l’illuminazione la scelta è ampia. Tuttavia dovrebbe essere funzionale piuttosto che artistica. Naturalmente, anche a questo proposito il metallo gioca un ruolo decisivo.

Un soggiorno arredato in stile industriale con molto legno, un muro di pietra a vista e un divano grigio.

L’arredamento di un soggiorno industriale si adatta ai grandi locali aperti. Legno e metallo dominano il look.

Conclusione: l’arredamento del soggiorno è una decisione molto personale

Il modo in cui progettate il vostro spazio abitativo e quindi anche l’arredamento del vostro soggiorno dipende naturalmente da voi. Mediante gli stili di arredamento sopra descritti desideriamo offrirvi un primo orientamento. Ma il vostro salotto sarà veramente personalizzato solo infrangendo le regole e creando un mix di stili. Vi auguriamo una buona progettazione.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.