Un artigiano posa nuove piastrelle con diversi motivi.
© Getty Images/ Mixmike

Ristrutturare

Ristrutturare la casa: nuovo look per l’interno e l’esterno

Thomas Bott

Con una ristrutturazione, potete rimettere in sesto la vostra casa e darle una ventata di freschezza. Magari è proprio una nuova vernice per esterni a fare la differenza? Oppure è piuttosto l’interno che necessita urgentemente di essere riprogettato? Vi spieghiamo come rinnovare la vostra casa con stile e con successo, quali sono gli aspetti da considerare e anche quando è indicato un risanamento.

Ristrutturare la casa: tetto e facciata, finestre e porte

Che si tratti di grandi o piccoli cambiamenti: di tanto in tanto una ristrutturazione della casa è necessaria. Il vento e le intemperie possono provocare danni e non consentono al tetto, alla facciata, alle finestre e alle porte di splendere come una volta. Ma con le idee chiare e con lavori mirati, potete rivalorizzare i singoli elementi.

L’esterno va cambiato? Ristrutturare e pulire la facciata

In tutta onestà: quante volte guardate con un occhio critico la facciata della vostra casa? Probabilmente al rientro da un’escursione con la famiglia, dopo il lavoro o la spesa avete altre cose per la testa che fermarvi sul pianerottolo a osservare la facciata della vostra casa. Ma sicuramente i vostri ospiti, i vicini o i passanti la pensano diversamente.

Anche se pensate di vendere l’immobile a breve, la facciata è la prima cosa su cui il potenziale acquirente si sofferma. Quindi: se volete fare una buona impressione con il vostro immobile, allora è il caso di guardare con un occhio critico anche le condizioni della facciata e far risplendere l’esterno della vostra casa.

Con il tempo i colori sbiadiscono e il bianco, una volta brillante, lascia il posto a un grigio sporco. Tra gli esperti vale la seguente regola: si consiglia di tinteggiare nuovamente ogni dieci anni. È importante capire che i colori sgargianti non si adattano a tutti i quartieri. Con tinte tenui probabilmente andate sul sicuro. Ad ogni modo, quando pitturate potete scegliere toni individuali. Per dare un nuovo look alla vostra casa potete anche optare per un bianco saturo. Una mano di vernice è anche una buona occasione per osservare più da vicino la struttura della facciata, poiché anche le crepe si notano molto più rapidamente.

Ma non è solo l’estetica a giocare un ruolo decisivo: se desiderate risolvere il problema della perdita di calore e di energia dei vecchi materiali e metodi di costruzione della facciata, qui trovate maggiori informazioni sul risanamento energetico. Questo include il tetto, la facciata, le porte e le finestre.

Il tetto: nuova copertura o ampliamento

Con una serie di tegole nuove donerete alla vostra casa un look fresco indipendentemente dalla facciata. Si dice che le tegole chiare abbiano un aspetto più piacevole, mentre quelle scure siano più eleganti. Qualunque sia il colore scelto, la scala cromatica per le tegole in argilla e per le pietre per i tetti offre la tonalità giusta per tutti i gusti.

Anche la forma fa la differenza. Le tegole a incastro conferiscono al tetto un look rustico, mentre le tegole in argilla hanno uno stile intramontabile e drenano molto bene anche l’acqua piovana. Le tegole a coda di castoro sono particolarmente adatte ai vecchi edifici come le case a graticcio, e quelle lisce sono indicate soprattutto per le case moderne. Il vantaggio di una nuova copertura: potete approfittare dei lavori per installare, ad esempio, un impianto fotovoltaico. Un tetto piano è anche indicato per piantare delle piante. Oppure approfittatene per realizzare il vostro sogno di una spaziosa terrazza sul tetto.

Gli artigiani preparano un tetto per la nuova copertura con tegole.

Anche in assenza di tegole danneggiate, la copertura del tetto può rivelarsi utile per dare una ventata di freschezza o per installare un impianto fotovoltaico.

Finestre e porte: eleganti e importanti per l’isolamento

Anche se la superficie porta il segno degli anni, l’interno delle finestre e delle porte in legno è spesso ancora in buone condizioni. Se volete mantenere questo materiale naturale e pregiato, basta dare alle finestre e alle porte una mano di vernice. In questo caso un bianco o un marrone scuro sono dei classici; se preferite qualcosa di un po’ più colorato, i colori accesi potrebbero fornire un buon contrasto per una facciata bianca. Ricordate però che le finestre e le porte di legno possono essere la causa di una sostanziale perdita di energia.

In alternativa potete sostituirle con la plastica. L’isolamento delle moderne finestre e porte in questo materiale è decisamente migliore ed esse presentano una manutenzione più facile. Inoltre, aumenta anche la sicurezza, poiché i materiali compositi sono più resistenti e robusti, fornendo così una migliore protezione in caso di furti. Non dimenticate di installare una buona serratura per impedire l’ingresso ai ladri.

Ristrutturare la casa: la cantina e l’edificio annesso

Se volete ristrutturare la casa in modo sistematico, dovreste lavorare dal basso verso l’alto dopo aver riprogettato l’interno. Quindi non dimenticate di dare una rinfrescata anche alla cantina. Prima di dedicarvi ai locali direttamente soprastanti, occupatevi del giardino d’inverno e del garage. Anche questi fanno parte dell’immobile e sono quindi importanti in caso di ristrutturazioni.

Ristrutturare la cantina: sfruttate bene lo spazio

Alcuni proprietari di immobili trascurano completamente la cantina. Se ben curati, anche questi locali possono offrire molto: in una cantina potete organizzare indisturbati una festa con amici o familiari; allestire una sala fitness che vi risparmia così il tragitto in palestra, e per il divertimento assicurato, una sala giochi in cui non possono mancare un tavolo da biliardo e un bersaglio per le freccette. Oppure vi serve solo una stanza in più da adibire a ufficio? Forse mostrerete anche più empatia per le doti da batterista di vostro figlio, se decideste di collocare la batteria nel seminterrato insonorizzato.

Vi piace l’idea? Bene, allora cosa aspettate a rinnovare la vostra cantina per renderla ancora più accogliente? Anche le vecchie cantine con la muffa possono spesso essere rinnovate con facilità. Se desiderate utilizzare la cantina per qualcosa di più che un ripostiglio, è importante che sia ben arieggiata. A tale scopo potrebbe essere necessario aggiungere ulteriori finestre. Inoltre, dovreste anche controllare regolarmente l’impermeabilizzazione della cantina, poiché se l’umidità penetra all’interno, c’è il rischio che si formi muffa.

Le finestre o i lucernari consentono di illuminare meglio le stanze scure della cantina, ma costruirli a posteriori è molto dispendioso in termini di tempo (e costi). Una soluzione un po’ più semplice e meno costosa: colori chiari sulle pareti e sul pavimento. Non riempite le stanze con troppi mobili, altrimenti avrete la sensazione di stare stretti. Assicuratevi anche che vi sia un sistema di riscaldamento oltre ad un buon isolamento, affinché non faccia troppo freddo.

Ristrutturare l’edificio annesso: riprogettare il garage e il giardino d’inverno

Oltre alla casa, anche gli edifici annessi di tanto in tanto necessitano di un nuovo look. Le pareti e il pavimento del garage con il tempo si consumano a causa della costante entrata e uscita dell’auto. Con il passare degli anni, i colori perdono il loro splendore e diventano grigiastri. In questo caso, può essere utile una mano di vernice che potete scegliere liberamente in base alle vostre preferenze. Gli appassionati di automobilismo possono decorare le pareti con modelli iconici di auto da corsa leggendarie, gli amanti delle auto d’epoca possono appendere i modelli delle loro auto preferite, mentre i ciclisti possono decorare le pareti con l’attrezzatura chic delle biciclette.

Anche una nuova illuminazione spesso fa miracoli. Questo vale anche per il giardino d’inverno, che sembrerà subito più accogliente. Nel giardino d’inverno non vi sono molte pareti da dipingere, ma potete apportare modifiche al pavimento e naturalmente allestire nuovi mobili.

La cucina e il bagno in tutto il loro splendore

Gli spazi funzionali della casa sono fondamentali nella vita quotidiana. Qui è particolarmente importante che tutto funzioni alla perfezione e che sia ben allestito. Dedicate quindi tempo alla progettazione. Spesso vale la pena modernizzare queste stanze con nuovi apparecchi, ad esempio elettrodomestici in cucina o un nuovo lavabo, una nuova vasca da bagno o una nuova doccia in bagno.

Ristrutturare la cucina: cambiate look

La cucina è uno spazio funzionale che deve essere resistente al calore. Vapore, spruzzi d’olio, tagli sul piano di lavoro e molto altro fanno apparire la cucina datata. Vale quindi la pena dare alle pareti e al soffitto una nuova mano di vernice. Non abbiate paura di usare un po’ di colore. Non è detto che una bella cucina debba essere sempre bianca. Soprattutto se i frontali hanno un colore sobrio, dare un contrasto alla stanza può essere interessante. Non dovete sostituire per forza le piastrelle. Anche in questo caso esistono delle alternative: con una vernice speciale, adesivi o rivestimenti potete creare un nuovo look.

Parola chiave: rivestimento. È adatto anche per i frontali della cucina. Le porte e i cassetti sono molto più belli con qualche modifica. Anche in questo caso, la lacca è una buona alternativa. Per quanto riguarda il piano di lavoro, è soprattutto il materiale che fa la differenza. Se è in vetro, pietra naturale o metallo, la ristrutturazione è complessa, o se non altro è difficile ristrutturare senza compromettere il suo aspetto pregiato. Il legno, il composito e il cemento possono invece essere utilizzati analogamente ai frontali.

Una ristrutturazione completa è necessaria soltanto se si vuole cambiare la struttura della cucina, ed è un momento favorevole per provare un nuovo stile. Che ne pensate, ad esempio, di una cucina in stile casa di campagna? Forme fantasiose, colori caldi e tanto legno conferiscono all’intera stanza un aspetto completamente nuovo. Inoltre, potete effettuare al contempo degli ammodernamenti sul piano tecnico.

Nuovi elettrodomestici in cucina offrono molti vantaggi. Ad esempio, consentono nuove funzioni, come il timer integrato nel forno o la pratica tecnologia no-frost nei frigoriferi, grazie a quest’ultima si evita di dover sbrinare regolare il frigorifero. Inoltre, gli apparecchi nuovi solitamente consumano meno energia e per questo motivo, già dopo un breve periodo, permettono di ammortizzare i costi.

Qui trovate maggiori informazioni sulla ristrutturazione della cucina

Un uomo in piedi ai fornelli con sua figlia in braccio e tiene il manico di una padella.

La cucina, pur essendo uno spazio funzionale della casa, dovrebbe anche avere una bella estetica.

Il bagno: un’infinità di idee

Dopo una ristrutturazione, anche il vostro bagno avrà un aspetto completamente nuovo. Sostituite il vostro vecchio armadio a specchio con un grande specchio a parete con illuminazione naturale. Il vecchio WC tradizionale può lasciare il posto a uno moderno con supporto a parete e le funzioni bidet integrate. Le docce a filo del pavimento e quelle aperte sono molto in voga, e grazie al loro accesso semplificato costituiscono anche un investimento per il futuro. Per quanto riguarda la vasca da bagno, le scelte sono quasi illimitate, in quanto esistono numerose forme e dimensioni.

Una vasca da bagno con funzione idromassaggio vi regala momenti ancora più rilassanti. E non dimenticate il lavandino. La maggior parte dei produttori offre serie in cui tutti gli elementi sono abbinati tra loro. Spesso vale anche la pena considerare nuove piastrelle e nuovi colori per le pareti. Non devono essere per forza colori accesi, ma con accenti colorati potete apportare un po’ di vivacità nella routine quotidiana del bagno.

Qui trovate maggiori informazioni sulla ristrutturazione del bagno

Ristrutturare gli interni: il soggiorno e la camera da letto

Naturalmente con il passare del tempo anche a queste stanze serve cambiare aria. Ogni tanto è necessario un cambio di scenario, in senso letterale e figurativo. Non ci sono limiti in termini di design. Dalla scelta di un altro colore per una singola parete a un cambiamento sostanziale dello stile, tutto è possibile.

Il soggiorno: la massima priorità è realizzare un ambiente accogliente

La sera con il vostro partner, con gli ospiti o con i bambini: il soggiorno offre spazio per il divertimento e il relax in egual misura. Un allestimento accogliente è quindi particolarmente importante. Dopotutto, in soggiorno dovreste sentirvi a vostro agio ed essere in grado di staccare la spina. Se preferite strutture chiare, colori pratici e semplici, uno stile minimalista fa al caso vostro. Se invece amate un look più «ruvido», uno stile industriale o rustico potrebbe essere l’opzione adatta a voi.

Un nuovo divano o una nuova libreria possono fare la differenza. Ma non dimenticate gli elementi decorativi abbinati. Per le pareti vale la pena riprendere i colori degli elementi decorativi o dai mobili. Se decidete di posare un nuovo pavimento, assicuratevi che si abbini allo stile generale.

Qui trovate maggiori informazioni sulla ristrutturazione del soggiorno

Una donna appende un quadro alla parete mentre il suo partner, leggermente più distanziato, controlla che sia allineato.

Un soggiorno appena arredato e meglio allestito porta una boccata d’aria fresca in casa. Le decorazioni, come le immagini e le piante, dovrebbero essere in armonia allo stile.

La camera da letto: un allestimento da sogno

Anche qui l’opzione di un cambio si rivela sempre giusta. Colori rilassanti come il blu o un arancione caldo creano un’atmosfera di relax. Sul pavimento, un tappeto può avere un effetto fonoassorbente, ma è meno adatto alle persone allergiche. Pensate anche alle tende, poiché non solo forniscono un tocco di stile, ma vi proteggono anche da occhi indiscreti e dalla luce del sole mattutino.

Come parte dei lavori di ristrutturazione, potreste anche considerare di sostituire il letto. In quanto punto centrale della camera influisce comunque molto sul colore e sullo stile. Che si tratti di un letto Boxspring, baldacchino o un letto ad acqua: assicuratevi che lo stile dei mobili come cassettiere, armadi e tavolini sia in linea con il letto. Così otterrete un aspetto uniforme. Una stanza non armoniosa può avere un effetto negativo sul sonno. Forse vale anche la pena ripensare al posizionamento dei mobili. Spostandoli leggermente, potreste creare più spazio per le piante d’appartamento, le quali contribuiscono addirittura a migliorare il clima interno.

Qui trovate maggiori informazioni sulla ristrutturazione della camera da letto

Ristrutturare o rinnovare: qual è la differenza?

Ristrutturare o rinnovare, questo è il dilemma. In entrambi i casi si tratta di una riprogettazione dello spazio esistente. Il fattore decisivo è la necessità. Se volete solo cambiare lo stile, allora una rinnovazione fa al caso vostro, per abbellire. Se invece i componenti solidi, come pareti o pavimenti, sono gravemente danneggiati, ovvero presentano difetti strutturali, i locali vanno ristrutturati, devono quindi essere riparati.

Nel caso di un nuovo edificio (e se tutto va secondo i piani) solitamente passa un po’ di tempo prima che una ristrutturazione sia necessaria.

Diverso invece per gli edifici datati. Sia che si tratti di una semplice casa residenziale, di una casa rurale o di una villa: nella stragrande maggioranza dei casi, vale addirittura la pena effettuare anche una ristrutturazione energetica. Così potete rinnovare una casa datata con un nuovo isolamento e un moderno sistema di riscaldamento. Tuttavia, si consiglia la massima cautela per quanto riguarda gli edifici posti sotto tutela, perché in questo caso si applicano generalmente regole speciali.

Una bambina seduta in una stanza in soffitta tra vari tipi di materiali e strumenti di costruzione.

Una ristrutturazione è spesso associata a un maggiore carico di lavoro, perché servono più interventi e più materiale. Di solito ne vale comunque la pena.

Consiglio: elaborate un piano

Non importa per quale stanza stiate progettando una ristrutturazione, dovete sempre pianificare con attenzione. Questo vi permette di tenere sotto controllo i costi della ristrutturazione. In questo modo evitate anche che vi siano grandi divergenze tra le varie stanze. Prendete in mano la situazione, distribuite il lavoro su determinate giornate.

Non dimenticate però di calcolare un po’ di margine. Spesso infatti il lavoro richiede più tempo del previsto. In caso di modifiche strutturali dell’edificio, è consigliabile consultare un architetto che vi mostrerà i punti di partenza per la progettazione o elaborerà un piano per la ristrutturazione.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.