Arredare

Riscaldare il bagno: una temperatura piacevole già al mattino

Arne Schätzle

A chi piace entrare in un bagno gelido al mattino? È molto meglio un bagno piacevolmente preriscaldato in cui possiamo fare una doccia rilassante. Di seguito vi presentiamo diversi modelli di termosifoni e vi forniremo consigli su come riscaldare il vostro bagno affinché ogni mattina abbia una temperatura piacevole.

In un bagno moderno vi sono una vasca e un lavandino, e alla parete è appeso un termosifone con portasciugamani.
© Getty Images

In questo articolo

Riscaldamento del bagno: quali sono le possibilità?

Ottimo da sapere che esistono diverse possibilità per riscaldare il bagno alla giusta e piacevole temperatura. La maggior parte dei proprietari di case oggi progetta il proprio bagno con diversi riscaldamenti. Infatti, un riscaldamento solo è sufficiente esclusivamente nei bagni in cui la temperatura deve restare sempre costante, come nel bagno degli ospiti, che viene utilizzato solo per il wc e per lavarsi le mani.

Nel bagno con doccia e vasca, invece, servono due apparecchi riscaldanti: uno per il calore di fondo e uno per riscaldare più velocemente. Con un solo apparecchio è difficile fare entrambe le cose, perché un termosifone emette o calore costante ed economico oppure calore veloce e ad alto consumo energetico. Abbiamo pertanto riunito qui i termosifoni più comuni con i quali è possibile riscaldare il bagno ottenendo una temperatura piacevole.

Termosifone per asciugamani: il nuovo standard

Oggigiorno, in molti bagni moderni il termosifone non è più il classico modello bianco, a pannelli o ad elementi posizionato direttamente sotto la finestra. Nel frattempo, il termosifone per asciugamani si è diffuso sempre di più. I termosifoni per asciugamani sono disponibili sia sotto forma di riscaldamento ad acqua calda sia elettrici. Asciugare le salviette presenta anche vantaggi igienici: infatti, è possibile ridurre la diffusione di batteri e germi favorita dal clima caldo-umido.

L'installazione del modello ad acqua calda deve essere sempre affidata all'installatore di riscaldamento, poiché il termosifone del bagno è collegato al riscaldamento centrale.

Il termosifone per asciugamani elettrico è più facile da installare perché viene semplicemente collegato alla presa a muro, come i normali elettrodomestici. Tuttavia presenta costi maggiori a causa dell’alimentazione elettrica.

Svantaggio del modello ad acqua calda: serve tempo affinché il circuito di riscaldamento si attivi e la stanza si riscaldi.

Alla parete del bagno vi è un portasalviette riscaldabile sulla sinistra, un WC al centro e un box doccia in vetro sulla destra.

I termosifoni per asciugamani sono disponibili in diverse versioni: come modello ad acqua calda e come riscaldamento elettrico.

Stufetta elettrica e irradiatore da esterno: riscaldamento elettrico solo in caso di emergenza

Una soluzione molto semplice, ma anche costosa è rappresentata dalle stufette elettriche e dagli irradiatori da esterni. Entrambi richiedono molta elettricità e quindi sono spesso utilizzati solo temporaneamente, ad esempio in caso di guasto del riscaldamento. Il principale vantaggio della stufetta elettrica è rappresentato dal fatto che, grazie al ventilatore integrato, distribuisce rapidamente l'aria calda in tutto l'ambiente.

Riscaldamento a infrarossi: come un tiepido sole

Il riscaldamento elettrico a infrarossi genera calore convertendo l'elettricità in raggi infrarossi. A differenza dei comuni modelli di termosifoni, non riscalda solo l'aria, ma anche i corpi e gli oggetti irradiati. Il riscaldamento a infrarossi in bagno comporta quindi anche una forma notevolmente diversa di effetto e distribuzione del calore, e il piacevole tepore si percepisce anche, per esempio, in una sauna a infrarossi. Il vantaggio principale di questa soluzione è che il calore si avverte molto velocemente già all'accensione del riscaldamento.

Un altro motivo della popolarità del riscaldamento a infrarossi è il suo design snello e attraente. Per esempio, i riscaldamenti a infrarossi sono disponibili anche con superfici in vetro o in pietra naturale. Tuttavia, va considerato che il riscaldamento a infrarossi richiede solitamente molta elettricità a fronte di un rendimento relativamente scarso. Inoltre, l'irradiazione non dovrebbe possibilmente incontrare ostacoli. Con il riscaldamento a pavimento per la temperatura necessaria di base, e un termosifone a infrarossi per un ulteriore rapido riscaldamento, si ottiene una combinazione funzionale per il bagno.

Raccomandazione della nostra redazione

Per completare l’articolo, i redattori hanno selezionato un contenuto adatto da Instagram. È possibile visualizzarlo e nasconderlo con un clic.

Sono d’accordo con il caricamento di contenuti esterni. In questo modo, i dati personali possono essere trasmessi a terzi. Non abbiamo alcuna influenza sull’entità del trattamento dei dati da parte di terzi. (Ulteriori informazioni sono disponibili nella dichiarazione sulla riservatezza)

Riscaldamento a pavimento: calore uniforme in tutto l'ambiente

Il riscaldamento a pavimento in bagno è una soluzione estremamente confortevole: dalle calde piastrelle del bagno, il calore si propaga uniformemente verso l'alto in tutto l'ambiente. I riscaldamenti a pavimento nel bagno possono essere alimentati ad acqua calda, ma anche elettricamente. Generalmente vengono abbinati a un termosifone per asciugamani.

Come tutti i termosifoni elettrici, anche i riscaldamenti a pavimento elettrici sono più costosi dei modelli ad acqua calda. L'installazione a posteriori di un riscaldamento a pavimento richiede sempre un onere maggiore rispetto all'installazione in una nuova costruzione, perché è necessario rimuovere l'intero strato superiore del pavimento. L'installazione a posteriori è quindi particolarmente adatta se comunque avete intenzione di effettuare il risanamento del vostro bagno. A seconda che si tratti di una nuova costruzione o di un'installazione a posteriori, per un riscaldamento a pavimento elettrico o azionato ad acqua calda, vanno preventivati costi compresi tra i 150 e i 250 franchi al metro quadro.

Due piedi sul pavimento piastrellato di un bagno.

I riscaldamenti a pavimento possono essere collegati al circuito di riscaldamento o azionati anche elettricamente.

Radiatori: non adatti per il funzionare continuo

I radiatori elettrici sembrano termosifoni convenzionali, ma sono alimentati dalla corrente tramite la presa elettrica. La corrente riscalda il liquido, acqua o olio, presenti al loro interno. I termosifoni rilasciano quindi questo calore accumulato nell'ambiente. Il grande vantaggio: grazie al collegamento all’elettricità, i radiatori possono essere spostati. Il loro acquisto risulta relativamente conveniente. Modelli adatti sono disponibili già a partire da circa 100 franchi, mentre esemplari di alta qualità costano circa il doppio.

Tuttavia, il principale svantaggio è costituito dagli elevati costi di esercizio derivanti dall’ingente consumo energetico. Pertanto, sono adatti come riscaldamento aggiuntivo per le mezze stagioni, per esempio nei giorni freddi in primavera, quando l'impianto di riscaldamento centrale è già spento.

Termosifoni smart

Se si desidera regolare la temperatura non solo al mattino, ma anche durante il giorno, i termostati elettronici programmabili si sostituiscono alla normale regolazione manuale. Si possono impostare temperature diverse per i vari momenti della giornata: per esempio un bagno piacevolmente caldo al mattino, una temperatura inferiore durante il giorno e la sera, e quando i bambini fanno il bagno, si può ottenere di nuovo caldo e una sensazione confortevole. I termostati elettronici sono ora integrati in molti sistemi smart home.

I termostati sono monitorati da una piccola unità di controllo, che è generalmente azionabile via smartphone. In questo modo, è possibile programmare la temperatura non solo in bagno, ma anche nell'intero appartamento attraverso i profili dei singoli ambienti. Potete riscaldare il bagno ogni mattina per le 6 e la sala da pranzo per le 7, quando i membri della famiglia fanno colazione.

La mano di un uomo aziona il regolatore di temperatura del riscaldamento alla parete.

Con i regolatori e i termostati smart la temperatura del bagno sarà sempre sotto controllo.

Il giusto riscaldamento in bagno

Per riscaldare il bagno con il minimo dispendio di energia possibile, vale sostanzialmente quanto segue: non serve aumentare la temperatura ambiente in bagno a livello di sauna. Se 21 °C corrispondono a una temperatura confortevole per un soggiorno, in bagno essa dovrebbe essere pari a 23 °C. Ogni grado in più comporta un aumento significativo dei costi di riscaldamento.

Di notte, invece, si può tranquillamente abbassare la temperatura per risparmiare energia. Per trovare comunque un bagno piacevolmente riscaldato al mattino, è meglio utilizzare termostati elettronici in grado di aumentare la temperatura per tempo. Secondo uno studio, una casa unifamiliare può risparmiare dal cinque al dodici per cento di energia diminuendo la temperatura notturna a circa 17 gradi.

Se non si dispone di un regolatore smart e si continua a utilizzare la regolazione manuale: impostare il termostato del termosifone in bagno sul livello 3,5, che corrisponde ad una temperatura ambiente di circa 22 °C. Di notte è possibile regolare il termostato sul livello 2, che corrisponde ad una temperatura ambiente di circa 16 °C. A proposito: l'impostazione del riscaldamento al livello più alto per un breve periodo di tempo in un bagno freddo non riscalda l'ambiente il più rapidamente possibile, ma alza solo la temperatura massima dell'ambiente (inutilmente) fino a 28 °C.

Invece di regolare manualmente la temperatura per la notte con un termostato, è possibile ottenere tale effetto anche abbassando di notte l'intero impianto di riscaldamento. Con questo si intende la riduzione notturna della temperatura dell'acqua di riscaldamento di un impianto. Così facendo si riduce il consumo di energia. Una diminuzione notturna da 3 a 8 gradi consente di risparmiare energia per il riscaldamento, soprattutto negli edifici non ben isolati.

Risparmiare sui costi di riscaldamento pur avendo un bagno ben riscaldato

Oltre all'impostazione ideale del calore, all'abbassamento della temperatura notturna e all'installazione di un regolatore del riscaldamento smart, esistono diversi altri modi per risparmiare sui costi di riscaldamento del bagno.

  • Assicuratevi che i vostri termosifoni possano irradiare il calore liberamente e senza ostacoli. Qualsiasi tipo di rivestimento o oggetto assorbe il calore che dovrebbe effettivamente raggiungere l'ambiente. È bene rimuovere gli asciugamani dal termosifone non appena sono asciutti.
  • Fate uscire l'aria dal termosifone almeno all'inizio del periodo di riscaldamento, perché con l'aria all'interno, l'impianto necessita di più energia per riscaldare l'ambiente.
  • Si raccomanda una pulizia accurata del termosifone all'inizio del periodo di riscaldamento. Utilizzare un potente asciugacapelli o una leggera aria compressa per rimuovere polvere e sporco ostinato dal termosifone.
  • È importante cambiare aria, soprattutto dopo la doccia. Ma se fuori fa freddo, l’anta a ribalta non deve rimanere aperta a lungo, perché in questo modo le pareti tendono, seppur lentamente, a raffreddarsi notevolmente. Il successivo riscaldamento dell'ambiente richiederà molto più tempo e grande consumo energetico. Invece, si dovrebbe ventilare solo per cinque o dieci minuti in modo che l'aria umida in eccesso possa fuoriuscire.
  • Se il vostro bagno è dotato di tapparelle, chiudetele soprattutto nella stagione fredda per ottenere un ulteriore isolamento del bagno.
  • Se il calore fuoriesce costantemente e dovete tenere accesi a lungo i termosifoni per riscaldarlo, le guarnizioni delle finestre potrebbero essere difettose. Per aumentare l’isolamento termico, spesso sono sufficienti le guarnizioni convenienti acquistate nel negozio del fai da te o presso rivenditori specializzati.
  • Se ritenete che il calore in bagno sia particolarmente importante, dovreste considerare un caldo pavimento in legno come alternativa alle piastrelle; a lungo termine si rivela una scelta decisamente più conveniente del riscaldamento a pavimento.

Le domande e le risposte più importanti in sintesi

Mi serve un riscaldamento aggiuntivo nel mio bagno?

Un solo riscaldamento è indicato esclusivamente per quei bagni in cui la temperatura deve rimanere sempre costante. Nel bagno con doccia e vasca servono due apparecchi riscaldanti: uno per il calore di base e uno per riscaldare velocemente.

È consigliabile un termosifone elettrico in bagno?

Un termosifone elettrico è più facile da installare, ma i costi d’esercizio sono più alti.

Posso utilizzare una stufetta elettrica in bagno?

Le stufette elettriche o gli irradiatori da esterno richiedono molta elettricità e non sono quindi pratici come soluzione permanente.

Come funziona un riscaldamento a infrarossi in bagno?

Un riscaldamento a infrarossi in bagno produce una forma di calore notevolmente diversa. Una volta accesso il calore emesso viene percepito rapidamente.

Posso installare a posteriori un riscaldamento a pavimento in bagno?

L'installazione a posteriori di un riscaldamento a pavimento richiede sempre un onere maggiore rispetto all'installazione in una nuova costruzione, ed è quindi più costosa. A lungo termine, tuttavia, la ristrutturazione potrebbe risultare vantaggiosa.

Posso utilizzare radiatori in bagno?

Anche in bagno è possibile collegare facilmente un radiatore alla presa.

Tuttavia, uno dei principali svantaggi è rappresentato dagli elevatissimi costi di esercizio a lungo termine.

Che temperatura dovrebbe avere il mio bagno?

In bagno dovrebbero esserci 23 °C. Temperature più elevate sono inutili e comportano unicamente maggiori costi di riscaldamento.

Di quanto dovrei ridurre la temperatura del bagno di notte?

Diminuendo la temperatura di notte a circa 17 gradi, si risparmia dal cinque al dodici per cento di energia.

Conclusione: il giusto termosifone per una temperatura piacevole

Accendere il riscaldamento al massimo in bagno la mattina e poi aspettare che si riscaldi il più velocemente possibile, si tratta per fortuna di un metodo ormai superato. Con l'attuale gamma di termosifoni per il bagno è possibile regolare la temperatura in modo molto più preciso. Sia per il riscaldamento a pavimento, per quello a infrarossi o per il portasciugamani riscaldabile: con il termosifone giusto potrete ottenere ogni mattina la temperatura del bagno desiderata.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.