Ein Dachdecker steht bei den Arbeiten am Dach mit beiden Beinen auf der freigelegten Dachlattung.
© Getty Images

Ristrutturare

Risanamento del tetto: come proteggere, mantenere in buono stato e isolare il vostro tetto

Arne Schätzle

Riparazione, risanamento energetico o ampliamento: i motivi di una ristrutturazione del tetto possono essere molto diversi. Quando è necessario un risanamento del tetto e quando è perlomeno opportuno?

Risanamento del tetto – aspetti da conoscere

Il tetto è uno degli elementi più resistenti della casa. La maggior parte dei materiali di copertura ha una durata di circa 50-60 anni. Questo non significa però che per anni non dobbiate più pensarci. Anche per i nuovi edifici, è obbligatorio un controllo regolare per mantenere intatte le condizioni del tetto. O per individuare ed eliminare preventivamente difetti di costruzione. Tuttavia, un nuovo tetto diventa spesso necessario in caso di vecchi edifici. La forma di tetto più comune alle nostre latitudini è quella spiovente nelle sue varianti di tetto a capanna o a falde.

Quando è necessario un risanamento del tetto?

Se la copertura non è più impermeabile e piove dentro, è necessario intervenire immediatamente con un risanamento del tetto. Se poi le singole tegole si staccano e l'umidità riesce a penetrare in questi punti del sottotetto, allora occorre agire il prima possibile. Se il danno al tetto è ancora lieve, è probabile che possa essere riparato.

Tuttavia, se l'umidità è penetrata in modo permanente, il risanamento del tetto diventa inevitabile, altrimenti c'è il rischio di incorrere in umidità nell'isolamento del tetto, travi marce, muffa o proliferazione di funghi. Un esempio è la cosiddetta carie secca che si diffonde nei muri e nel legno umidi. Nel peggiore dei casi, potrebbe essere indispensabile non solo risanare il tetto, ma anche sostituire l'intera struttura. Umidità,
proliferazione di muffe, strutture di legno marce, crepe nelle travi portanti, tegole difettose o allentate, sono tutti segnali della necessità di un risanamento urgente del tetto.

Vista sui tetti di una fila di case a Berna.

I conciatetti utilizzano spesso tegole di argilla o di cemento per l'impermeabilizzazione dei tetti. Questa copertura è spesso chiamata anche manto.

Quali sono le diverse possibilità di risanamento del tetto?

La struttura di un tetto spiovente è composta da diversi strati: per l'impermeabilizzazione del tetto, lo strato esterno, i conciatetti usano spesso tegole di argilla o di cemento. Sovente, questa copertura è chiamata anche manto. Sotto di esso si trova la listellatura del tetto su cui vengono posate le tegole. Segue poi l'impermeabilizzazione, che viene montata sulla struttura del tetto, l'armatura. In sostanza si distingue tra:

  • un rinnovo parziale, cioè la riparazione di singole parti, necessaria in caso di danno limitato
  • e una ristrutturazione completa del tetto, in cui si sostituisce l'intera struttura.

Buoni motivi: risanamento energetico del tetto e ampliamento del sottotetto

Oltre ai danni causati dall'umidità, un isolamento termico inadeguato o completamente assente è uno dei motivi più frequenti per un nuovo tetto, in quanto un cattivo isolamento domestico produce un inutile consumo di energia. Un risanamento energetico con l'isolamento termico consente pertanto di risparmiare denaro.

Anche chi vuole utilizzare la cosiddetta riserva di ampliamento del sottotetto solitamente non può evitare un risanamento del tetto. Questo perché i tetti delle case più vecchie generalmente non soddisfano più gli attuali requisiti di isolamento termico e di tenuta all'aria. Inoltre, l'ampliamento prevede anche trasformazioni del tetto, ad esempio lucernari più grandi o abbaini – una struttura nel tetto spiovente di un edificio, che di solito è altresì dotata di finestre. Pur essendo il progetto molto più ampio e costoso di un semplice risanamento, potrete beneficiare nel contempo della nuova superficie abitabile guadagnata.

Se in qualità di proprietari di una casa volete installare un impianto solare o fotovoltaico sul tetto, dovreste controllarne lo stato, perché dopo l'installazione di un tale sistema, la copertura del tetto non sarà più facilmente accessibile – e le riparazioni diventeranno più complesse e costose. Si consiglia perciò di verificare preventivamente il tetto e di ripararlo o risanarlo se necessario.

Un sottotetto ampliato e arredato in modo confortevole di una casa unifamiliare.

Un ampliamento completo del tetto è molto più costoso di un semplice risanamento. Tuttavia, potrete beneficiare al contempo della nuova superficie abitabile guadagnata.

Posso risanare il tetto dall'interno e dall'esterno?

Un tetto può essere riparato sia dall'interno sia dall'esterno. Se il sottotetto non è abitato e quindi non è rivestito, è possibile procedere al risanamento del tetto anche dall'interno. Un grande vantaggio è che non si è legati alle condizioni metereologiche. Tuttavia, se il sottotetto è abitato, il risanamento viene solitamente effettuato dall'esterno.

Ho bisogno di progettisti e architetti per il risanamento del tetto?

Il ricorso a un progettista o a un architetto per la realizzazione è connessa agli interventi da eseguire, ovvero se sono di minore entità, soggetti a notifica o permesso. Le nuove coperture rientrano nella categoria degli interventi minori e sono quindi realizzabili senza ulteriori progettisti.

Ho bisogno di un permesso di costruzione per ristrutturare il mio tetto?

Non è possibile formulare una regola valida per tutti i Cantoni. La necessità di un permesso di costruzione per il vostro progetto dipende dalla località. In genere è obbligatorio in caso di modifiche strutturali (ad esempio abbaini, lucernari, sottotetto nuovo). Tuttavia, vi sono anche alcune eccezioni. È necessaria un'attenzione particolare, soprattutto per gli edifici posti sotto tutela. Affinché il vostro progetto non violi la legge, vi consigliamo di contattare l’autorità edilizia locale prima di iniziare un risanamento del tetto.

Quanto tempo serve per risanare un tetto?

Questo dipende dall'entità del progetto. Inoltre, la scelta dei tempi gioca un ruolo decisivo per il buon esito del risanamento. Fondamentalmente, la primavera è il momento migliore per un risanamento o un rinnovo completo del tetto. Le temperature miti semplificano il lavoro e si devono mettere in conto meno ritardi dovuti alle intemperie. Anche l'inizio dell'estate è un momento propizio per rinnovare il tetto. Le temperature sono per lo più miti e, inoltre, non si deve fare i conti con piogge continue che ostacolano i lavori sul tetto.

Quanto costa risanare un tetto?

I costi di un risanamento dipendono da diversi fattori. Di seguito elenchiamo i tre più importanti e riportiamo un prezzo medio:

Un artigiano posa uno strato di isolamento sul tetto.

Per l’isolamento sopra le travi, il tetto viene tolto e ricoperto.

Ampiezza

In linea di principio, l'ampiezza del risanamento è ciò che influisce maggiormente sui costi: volete solo rinnovare il manto del tetto o procedere a un risanamento termico?
I montanti e le travi devono essere sostituiti? È necessario sostituire le tegole? È utile un ulteriore isolamento del tetto? Il vecchio isolamento contiene ancora amianto? Le risposte a queste domande influiscono direttamente sui costi di ristrutturazione del tetto.

Struttura del tetto

Inoltre, la struttura del tetto, compresa la forma, l'inclinazione, gli abbaini e le finestre, hanno un ruolo determinante sui costi. Esistono diversi tipi di risanamento a seconda della forma del tetto. Si può dunque trattare di risanare un tetto piano, un tetto spiovente o un tetto in tegole. I costi dipendono anche dal tipo di risanamento che si desidera eseguire.

Materiale

Un ulteriore fattore che influenza i costi di un nuovo tetto sono i materiali. Esistono molteplici possibilità: dalle tegole in cemento ai profili metallici o scandole bituminose – tegole in feltro al posto di cemento, argilla o ardesia – fino ai pannelli in fibrocemento o ai tetti di paglia.

Sulla base della propria banca dati, "ofri", il portale di intermediazione di servizi agli artigiani, ha calcolato un prezzo compreso tra i 258 e i 661 franchi al metro quadro come costi per un risanamento del tetto (compresi gli interventi: nuova copertura del tetto, rinnovo del sottotetto, isolamento del tetto). Secondo ofri, un risanamento completo del tetto costa in media 10 800 franchi.

Quali sono le possibilità di finanziamento e gli incentivi disponibili?

Se state pensando a un risanamento energetico del tetto o di passare a fonti di energia rinnovabili, esistono buone prospettive per quanto riguarda gli incentivi. Spesso è possibile beneficiare di agevolazioni fiscali, crediti a tassi agevolati o sovvenzioni agli investimenti. Tuttavia, l'importo degli incentivi e i criteri variano a seconda del Cantone. Qui trovate informazioni sulle possibilità di finanziamento e sugli incentivi:

Conclusione: risanare un tetto conviene

Le sfaccettature e i vantaggi di un risanamento del tetto sono molteplici – miglioramento delle proprietà energetiche, ampliamento dello spazio abitativo, utilizzo di energie rinnovabili. Da non dimenticare l'aumento di valore del vostro immobile. In alcuni casi, per i vostri interventi potreste addirittura avere a disposizione degli incentivi. Vi auguriamo un risanamento del tetto a regola d'arte!

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.