Ristrutturare

Rinnovare la scala: opzioni, preparazione, costi

Arne Schätzle

I gradini della scala sono consumati e scricchiolanti o addirittura si sta staccando il rivestimento? Questo non è sicuramente un motivo sufficiente per ricostruire del tutto la scala. Anche se la vecchia scala è antiestetica e forse limitata nella sua funzione, a volte è sufficiente rinnovarla. Qui potete scoprire quali sono le opzioni di rinnovo per le vecchie scale in legno e in cemento, interne ed esterne.

Padre e figlia siedono su una scala di legno con un computer portatile sulle ginocchia.
© Getty Images

In questo articolo

Quali sono le opzioni per il rinnovo delle scale?

A seconda dei problemi che presenta la vostra scala, potete realizzare diversi interventi per rimetterla in sesto. Le scale in legno si possono levigare e oliare quando la superficie è usurata, trattare per eliminare gli scricchiolii o addirittura aggiustare se l’azione del tempo ha deformato i gradini in modo permanente. Anche le scale in cemento, così come quelle in legno, possono essere rinfrescate con un nuovo rivestimento e adattate al vostro nuovo concetto abitativo.

Potete eseguire molti di questi lavori in autonomia, ma il più delle volte vale la pena incaricare imprese specializzate. Questo perché, in particolare quando si lavora su una scala utilizzata spesso nell’arco della giornata, un lungo progetto fai da te è piuttosto sconsigliabile. Inoltre, una scala rivestita in modo improprio rappresenta un vero e proprio pericolo di inciampo nell’utilizzo quotidiano. Si possono trovare artigiani esperti nel rinnovo di scale, ad esempio, su Houzy.ch.

Nella nicchia sotto una scala in legno consumata, un’artigiana in abiti professionali lavora in ginocchio alla scala della cantina.

L’impresa specializzata rimuove prima il rivestimento e leviga il legno. In seguito, viene applicato un olio di alta qualità conferendo alla scala una lucentezza setosa e pregiata.

Quanto costa far rinnovare una scala?

Nel rinnovo di una scala entrano in gioco molteplici fattori, per cui è difficile stilare un preventivo generico dei costi. Vanno considerati i seguenti aspetti:

  • struttura e stato della scala
  • lunghezza e larghezza della scala e numero di gradini
  • materiale da utilizzare per il rivestimento della scala
  • eventuale rivestimento supplementare di cosciali e pianerottoli

Inoltre, i prezzi della manodopera variano a seconda del fornitore. Se volete rivestire o piastrellare una scala, potete calcolare una spesa tra i 30 e i 60 franchi al metro quadro di superficie – escluso il costo del materiale.

Un modo economico per rinnovare i gradini delle scale è quello di ricoprirli di laminato; il sughero o il vinile sono leggermente più costosi. Poiché la qualità del materiale è molto importante per il legno e la pietra naturale, qui la fascia di prezzo è più ampia. Di norma la pietra naturale è il materiale più costoso per il rivestimento della scala – ma ha un grande impatto estetico. Se la scala da rinnovare è in legno, la variante più conveniente prevede la levigatura e la verniciatura. Questa opzione non è necessariamente un male per una scala in buone condizioni – al contrario, in genere si adatta bene con l’aspetto generale di una casa più datata.

  • Rinnovare la scala – intervento
  • Costo a gradino
  • Levigatura e verniciatura
  • da 50.- a 120.- franchi
  • Rinnovo scale in laminato
  • da 150.- a 190.- franchi
  • Rinnovo scale in legno massiccio
  • da 150.- a 230.- franchi
  • Rinnovo scale in pietra naturale
  • da 160.- a 240.- franchi

(Fonte renovo.ch)

Inoltre, possono aggiungersi ulteriori costi per listelli, profili paraspigoli, rivestimento dei cosciali e dei pianerottoli. Potrebbe anche essere necessario rinnovare la ringhiera. In caso di dubbio, richiedete un preventivo a un professionista.

Rinnovare la scala in legno: le varie opzioni possibili

Il legno è vivo, cioè si espande o si contrae a seconda della temperatura e dell’umidità. L’uso frequente della scala è particolarmente stressante per questo materiale. Non si può quindi escludere che esso si usuri o danneggi nel tempo. A quel punto, di solito, non è più sufficiente rivestire semplicemente da nuovo i gradini.

Pertanto, controllate regolarmente lo stato delle vostre scale per evitare che alla fine diventino irrecuperabili e debbano essere sostituite. Il tempestivo rinnovo dei vecchi gradini della scala vi farà risparmiare lavoro e costi. A seconda del difetto e del gusto personale, è possibile scegliere tra diversi interventi.

Riparare i gradini della scala

A un certo punto, qualsiasi scala in legno invecchia: i gradini scricchiolano e si crea una netta fessura tra fiancata e parete. Tuttavia, se si è sostanzialmente soddisfatti dell’aspetto, vale comunque la pena incaricare una ditta specializzata di rinnovare la vecchia scala. In particolare negli edifici antichi, una scala riportata al suo pregiato stato originale fa un certo effetto.

Se preferite invece riparare la scala da soli, dovreste avere una certa abilità manuale. In questo caso ci si può anche occupare personalmente dei gradini scricchiolanti e delle fessure tra i gradini e le fiancate. Il fastidioso scricchiolio, ad esempio, può essere eliminato inserendo dal basso appositi cunei tra la pedata e l’alzata. Anche un semplice listello di legno duro supplementare, sul lato inferiore del gradino può servire a tale scopo. In questo modo, il gradino non si abbassa ogni volta che qualcuno lo calpesta.

Info: la pedata si riferisce alla parte orizzontale della scala che si calpesta, l’alzata alla parte verticale del gradino.

Per chiudere una fessura tra la parte laterale di supporto, il cosiddetto cosciale, e la parete si può inserire un cuneo di legno tra cosciale e parete. Questo cuneo può essere poi stuccato o ricoperto con listelli di legno - a seconda di come si desidera rinnovare ulteriormente la scala.

Rinnovo della scala: livellare i bordi

I bordi delle scale in legno spesso si presentano consumati. Un modo per ottenere bordi dritti, anche in questo caso, è quello di utilizzare un profilo paraspigoli – una sorta di guida che si posa sopra i bordi usurati. Anche i profili paraspigoli sono particolarmente adatti per le scale in laminato, parquet, vinile o moquette. Inoltre, fungono da elementi di collegamento tra la pavimentazione su pedate e alzate.

Rinnovare la scala in legno: rivestire i gradini

Che si scelga il legno, il parquet, il laminato, il vinile, il PVC, il sisal o la moquette per rivestire le pedate e le alzate, questo dipende dai vostri gusti personali. Se la scala è già dotata di un rivestimento, prima bisogna prima farlo rimuovere – compresi gli eventuali residui, come ad esempio quelli di colla. È possibile svolgere i preparativi, ovvero la rimozione del vecchio rivestimento, tranquillamente anche in autonomia. Quando si tratta di rivestire i gradini, invece, è meglio rivolgersi a un’impresa specializzata, poiché una pavimentazione mal posata sulla scala può diventare presto un pericolo di inciampo.

Consiglio: se la vostra scala ha un cosciale, durante il rinnovo dovreste farlo rivestire con materiale nuovo a misura – ossia prevedere un doppio rivestimento, come dicono gli esperti.

Una scala in legno rinnovata dotata di paraspigoli e laminato.

Con un profilo paraspigoli, anche le scale usurate tornano ad avere un bordo dritto. Successivamente si può scegliere di far applicare il laminato, il parquet, il vinile o la moquette.

Il rinnovo completo: levigatura e verniciatura della scala in legno

Prima di poter riverniciare la scala, bisogna rimuovere la vecchia vernice o eventuali altri rivestimenti. Potrebbe valerne la pena: nelle case di costruzione meno recente, spesso sotto vecchi rivestimenti o strati di vernice si celano veri e propri tesori di legno pregiato.

Se, ad esempio, sotto una moquette si nasconde un legno di quercia di alta qualità, l’impresa specializzata rimuoverà prima il rivestimento insieme ai residui di colla. Se il legno è ricoperto solo da una vernice, basta rimuoverla mediante levigatura. Infine, un’applicazione di olio di alta qualità conferisce alla scala una lucentezza setosa e pregiata. In alternativa, è anche possibile verniciare la scala – tuttavia, la vernice si consuma molto più velocemente.

Le ringhiere e i cosciali sono solitamente meno usurati dei gradini stessi – non bisogna meravigliarsi, in quanto vengono calpestati molto meno spesso. Tuttavia, è bene levigare leggermente anche queste parti per poi oliarle – o verniciarle. Inoltre, in questo modo si assicura un aspetto uniforme.

Consiglio per la levigatura: ricordate che questo tipo di lavoro produce molta polvere. Anche se sicuramente gli artigiani faranno attenzione a non diffonderla in tutta casa, è sempre meglio adottare alcune precauzioni e tenere chiuse le altre stanze, proteggere i mobili imbottiti e magari anche appendere un lenzuolo umido nel telaio della porta per ridurre al minimo la polvere.

Una scala in legno consumata con una ringhiera bianca e vernice bianca scrostata.

Spesso sotto vecchi strati di vernice si celano tesori di legno pregiato – in particolare negli edifici antichi vale la pena esaminare più da vicino, prima di passare alla completa sostituzione della scala.

Rinnovare la scala in cemento: le opzioni possibili

Le scale in cemento hanno spesso una struttura a sbalzo. Si trovano ancora oggi in molti edifici antichi e preesistenti, soprattutto per accedere alla cantina. Ma le scale in cemento vengono utilizzate anche nelle zone abitative – spesso con un bel rivestimento in pietra naturale, legno o piastrelle.

Se una scala in cemento è irregolare e usurata, o se i bordi sono scheggiati, il danno può essere riparato con relativamente poco sforzo. Se volete cimentarvi da soli, la decisione spetta a voi – vale però la pena ricordare che le scale in cemento non rivestite metteranno direttamente a nudo eventuali difetti una volta riparate o verniciate.

Riparare e verniciare la scala interna

A prescindere dal tipo di intervento scelto, bisogna in precedenza riparare ed eventualmente livellare la scala. Prima della riparazione, la fase più impegnativa è rappresentata dal lavoro di preparazione. Il vecchio rivestimento va rimosso insieme a tutti i residui di colla, raschiando via le scheggiature del calcestruzzo prima di un’ulteriore lavorazione. Potete eseguire da soli questo lavoro, ma considerate che richiede molto tempo. In alternativa, è possibile incaricare una ditta specializzata che si occupi sia dei preparativi sia del successivo rinnovo.

Una volta eliminate scheggiature, piastrelle o moquette dalla scala, si possono iniziare i lavori di riparazione veri e propri. Per eseguirli, utilizzate malta o anche calcestruzzo da risanamento. È anche possibile livellare una scala in cemento nel corso dei lavori e portarla all’altezza desiderata.

Una volta terminati i preparativi, è possibile applicare la vernice sulla scala in cemento. Poiché le scale in cemento non rivestite di solito non sono esteticamente belle – fatta eccezione per le scale di design in stile industriale, generalmente installate da professionisti – è importante valutare se questo metodo sia effettivamente opportuno. Per le scale funzionali, come ad esempio quelle della cantina, questa soluzione è più che sufficiente. Tuttavia, nello spazio abitativo, si dovrebbe valutare l’idea di rivestire queste scale così antiestetiche.

Una scala in cemento consumata conduce alla cantina sottostante.

La vostra scala in cemento è ormai vecchia? Per il rinnovo si può scegliere fra un’ampia gamma di rivestimenti: piastrelle, vinile, legno, parquet, laminato o anche moquette.

Rivestire la scala interna

Se riparare o verniciare la scala in cemento non vi basta, allora rivestirla è un modo per valorizzarne l’aspetto. Come per la scala in legno, le pedate e le alzate si possono applicare anche sulle scale in cemento. Per le scale interne sono disponibili i seguenti rivestimenti, in base alle preferenze personali: piastrelle, vinile, legno, parquet, laminato o anche moquette.

In questo caso, tuttavia, si consiglia di incaricare una ditta specializzata, perché un rivestimento applicato in modo improprio può rivelarsi un pericolo di inciampo. Inoltre, questa procedura richiede molto tempo, poiché gli specialisti tagliano su misura e incollano il rivestimento pezzo per pezzo sul posto. Questo perché ogni gradino ha dimensioni diverse e deve quindi essere misurato singolarmente. Si tratta di un lavoro complesso e su misura, che però ripaga a livello estetico.

Risanare la scala interna della cantina

In particolare nelle case più vecchie, il vero problema è rappresentato dalle cantine: spesso, infatti, sono umide e bagnate. In questo caso, non ha senso risanare solo la scala; prima tocca alla cantina. Una volta che questa è stata isolata ed è asciutta, si procede al rinnovo della sua scala come per le altre in cemento all’interno dell’edificio – dopo la riparazione, si può passare alla verniciatura o al rivestimento.

Risanare le scale in cemento all’esterno

Spesso le scale esterne più datate sono rivestite da piastrelle che si staccano con il passare degli anni e che quindi vanno rinnovate. Per questo motivo, prima bisogna rimuovere quelle vecchie. Si tratta di un’operazione particolarmente impegnativa. Se questa sfida non vi spaventa e possedete una certa abilità manuale, potete noleggiare gli strumenti necessari (martello pneumatico con punta per pietra, martello e scalpello) presso il negozio del fai da te. Il vantaggio: dopo questo lavoro, potrete risparmiarvi un allenamento in palestra. In alternativa, potete incaricare un’impresa specializzata per rimuovere le piastrelle – e anche sostituirle direttamente con una nuova pavimentazione. I rivestimenti disponibili sono:

  • piastrelle
  • vernici
  • lastre di pietra naturale
  • rivestimenti per scale in pietra naturale, ad esempio granito o marmo
  • tappeti di pietra e tappetini di pietra in ghiaia naturale

Nel caso delle piastrelle, è il materiale a fare la differenza: poiché d’inverno non è possibile portare le scale in casa, il rivestimento deve essere resistente al gelo. Inoltre, indipendentemente dal fatto che si tratti di piastrelle, vernici o lastre di pietra naturale, la superficie deve essere antiscivolo anche se bagnata. I tappeti di pietra sono quindi particolarmente adatti per essere utilizzati all’aperto, in quanto proteggono bene da eventuali scivolamenti. Inoltre, sono permeabili all’acqua, quindi sui gradini non si possono formare pozzanghere. Ma attenzione: con questa variante, il cemento sottostante deve essere sigillato con un relativo fondo di tenuta. Altrimenti, l’umidità penetrerà nel materiale.

Consiglio: è meglio richiedere una consulenza di un’impresa specializzata per scoprire quale rivestimento è più adatto al vostro caso.

Conclusione: sono indispensabili la pianificazione e l’intervento di una ditta specializzata

Il rinnovo della scala deve essere pianificato al meglio – e nella maggior parte dei casi è consigliabile incaricare una ditta specializzata. Gli esperti del fai da te possono svolgere da soli il lavoro di preparazione, ma quando si tratta di rivestire vecchie scale, dovrebbe essere incaricata una ditta specializzata. Fanno eccezione solo le scale puramente funzionali, come ad esempio quelle della cantina. Se qui l’aspetto non conta, è possibile ripararle senza successivamente applicare un rivestimento. Nella maggior parte dei casi non è richiesto l’intervento di personale specializzato.

Per tutti gli altri tipi di scale, è meglio chiedere consiglio in anticipo sulle possibilità disponibili nel vostro caso, sui materiali adatti e sul look più consono alla vostra casa. Nella maggior parte dei casi, riceverete anche un preventivo utile per pianificare le spese di rinnovo della scala.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.