Le aiuole rialzate in legno in un giardino promettono un raccolto abbondante: le insalate croccanti, il nasturzio e il cavolo prosperano magnificamente.
© Getty Images/ fotolinchen

In questo articolo

I vantaggi: fare giardinaggio senza dolori alle articolazioni

1. Un giardino per tutti

Non tutti i proprietari di una casa possiedono un grande giardino. Un’aiuola rialzata è la soluzione ideale per fare giardinaggio anche in terrazza o sul balcone. I giardinieri amatoriali possono posizionarla in modo abbastanza flessibile dove trovano spazio. Ci sono anche varianti mobili e molto piccole che trasformano anche la più stretta nicchia in un’aiuola con verdure o fiori.

2. Confortevole e comoda per la schiena

Con un’aiuola rialzata, nessuno deve più inginocchiarsi sul terreno bagnato per lavorare la terra. Con un’altezza compresa tra i 70 e i 120 centimetri, la schiena curva, le spalle doloranti e una scomoda postura china sono un lontano ricordo. Grazie alla comoda altezza, anche gli anziani possono continuare a fare giardinaggio in una posizione confortevole senza chinarsi, e non devono rinunciare al loro hobby. Estirpare le erbacce all’altezza dell’anca diventa così un’attività meno faticosa e dolorosa.

Una signora anziana sta raccogliendo l’insalata in un’aiuola rialzata – si vede che il suo lavoro le piace.

Lavorare all’altezza delle anche: la postura è più comoda per i giardinieri amatoriali – anche in età avanzata.

3. Un’aiuola che cattura l’attenzione

Un’aiuola rialzata non è solo pratica, ma attira gli sguardi anche all’aperto. Sia come spirale di erbe aromatiche, come variante upcycling fai da te moderna ed elegante – sono disponibili in molte forme diverse. Non ci sono quasi limiti in termini di creatività. Ma non si tratta solo di elementi di stile che catturano l’attenzione: le aiuole rialzate possono anche dividere visivamente il giardino in diverse aree, così l’aiuola rialzata dà struttura all’oasi verde e valorizza i caotici giardini selvaggi.

4. Calore anche nelle notti invernali

Le aiuole rialzate non si riempiono semplicemente con terra, ma anche con diversi strati di rami tagliati, trinciato e compost. Man mano che il materiale si decompone, cede calore al terreno. Ciò significa che anche le piccole piante sono meglio protette nelle notti fredde che in un’aiuola all’aperto. E potete godervi il giardino quasi tutto l’anno. Nell’aiuola rialzata potete seminare e raccogliere verdura da marzo a novembre. Anche durante i mesi più freddi ci sono numerose possibilità per utilizzare l’aiuola rialzata.

5. Raccolto abbondante grazie alle ricche sostanze nutritive

Nelle aiuole all’aperto, spesso bisogna fare i conti con un terreno poco fertile. Realizzare un’aiuola rialzata non solo fornisce calore, ma assicura anche un terreno particolarmente ricco di sostanze nutritive. Chi segue i consigli di semina può quindi raccogliere di più, più spesso e più a lungo che in un’aiuola all’aperto. I fiori in fase di fioritura e le erbe aromatiche catturano sicuramente gli sguardi, ma anche la verdura e la frutta prosperano nell’aiuola rialzata in condizioni ideali. Questo la rende un must-have per persone che coltivano la propria frutta e verdura.

Una giardiniera amatoriale sta raccogliendo un rabarbaro fresco dalla sua aiuola rialzata.

Il rabarbaro e i pomodori prosperano: l’aiuola rialzata è un vero piacere per i giardinieri amatoriali.

6. Protezione contro lumache e topi

Le lumache senza guscio e le arvicole sono animali infestanti per gli orticoltori, perché amano divorare insalate e radici. L’aspetto positivo: con semplici mezzi l’aiuola rialzata può offrire una protezione affidabile da questi animali. Una rete di filo metallico, che separa la terra dal suolo, non solo impedisce i ristagni d’acqua, ma tiene anche alla larga i topi. Raramente le lumache riescono a salire su un’aiuola rialzata. Ma se fosse il caso, tuttavia, possono essere d’aiuto materiali come il legno grezzo, le recinzioni per lumache in rame o una vernice protettiva ecologica contro le lumache.

Gli svantaggi: inizio faticoso con insidie

1. Costi di investimento iniziali

Con una normale aiuola in campo aperto, si cerca un posto adatto in giardino e si inizia a lavorare, a fertilizzare e a smuovere il terreno. L’aiuola è pronta. Per un’aiuola rialzata, invece, è necessaria una costruzione ben preparata. Nel commercio al dettaglio sono disponibili strutture e casse complete già pronte, se lo si desidera anche con impianto di irrigazione. I costi variano tra i 30 franchi per le piccole varianti fino a diverse migliaia di franchi per le costruzioni su misura.

2. Chi vuole risparmiare ha bisogno di tempo

Le aiuole rialzate fatte in casa sono più convenienti in termini di costi. Tuttavia, ciò richiede abilità manuale, pazienza e soprattutto tempo. Chi possiede tutti questi requisiti, può realizzare la sua aiuola rialzata completamente secondo i propri desideri e le proprie esigenze. E si può trasformare in un’aiuola rialzata persino il vecchio pianoforte di famiglia.

Raccomandazione della nostra redazione

Per completare l’articolo, i redattori hanno selezionato un contenuto adatto da Pinterest. È possibile visualizzarlo e nasconderlo con un clic.

Sono d’accordo con il caricamento di contenuti esterni. In questo modo, i dati personali possono essere trasmessi a terzi. Non abbiamo alcuna influenza sull’entità del trattamento dei dati da parte di terzi. (Ulteriori informazioni sono disponibili nella dichiarazione sulla riservatezza)

3. Riempimento e riempimento a strati

In un’aiuola rialzata non si possono semplicemente seminare le piante dopo averla acquistata o costruita. Per lo sviluppo del calore e una buona crescita, il riempimento a strati è decisivo: i ramoscelli e rami più grossi, il cippato, il compost e la terra devono essere acquistati, pagati e trasportati. Per un’aiuola di due metri per uno, può essere necessaria da una tonnellata e mezzo a due tonnellate di materiale. Successivamente il materiale deve essere posto nell’aiuola e lasciato riposare per qualche settimana in modo che il terreno possa assestarsi. Solo allora si può iniziare con il giardinaggio. Sostituire il materiale è di solito necessario dopo quattro anni.

4. Grande fabbisogno di acqua

Poiché le radici non possono raggiungere l’acqua come nell’aiuola all’aperto, il fabbisogno d’acqua nell’aiuola rialzata è maggiore. Inoltre, nell’aiuola rialzata il vento prosciuga il terreno. Nei periodi molto caldi e secchi, può essere necessario annaffiare una o due volte al giorno per assicurarsi che pomodori, frutti di bosco e zucchine continuino a prosperare. Chi raccoglie l’acqua piovana in un barile vicino risparmia molto tempo e denaro – e allo stesso tempo dispone già di acqua alla temperatura ideale.

Una donna sta innaffiando le sue piante in un’aiuola rialzata.

L’aiuola rialzata deve essere innaffiata regolarmente, perché il terreno si asciuga più velocemente.

5. Osservare la statica

A causa del riempimento, un’aiuola rialzata, a seconda delle sue dimensioni, può diventare piuttosto pesante. È quindi fondamentale osservare la statica sul balcone. Calcolate il peso esatto dell’aiuola rialzata e, in caso di dubbio, consultate uno specialista (ad esempio un ingegnere edile o un esperto di costruzione di balconi) per calcolare il carico massimo che il vostro balcone può sopportare.

6. Rialzo per evitare i ristagni d’acqua

Sul balcone, ma anche sulla terrazza, nell’aiuola rialzata è importante evitare il ristagno d’acqua. Piastrelle e lamine spesso impediscono il corretto deflusso dell’acqua piovana e dell’acqua in generale. Per evitare che il terreno e le piante marciscano, è necessario rialzare l’aiuola in questi luoghi aggiungendo dei piedini o un telaio di supporto.

Conclusione: per l’aiuola rialzata, i vantaggi superano gli svantaggi

Se avete poco spazio, volete creare un’area esterna che cattura l’attenzione o desiderate un raccolto particolarmente rigoglioso, una o più aiuole rialzate sono la soluzione ideale. Anche se i costi e il tempo necessari per l’acquisto sono significativi, può valere la pena optare per un’aiuola rialzata.

I possibili danni causati da notti fredde, lumache e arvicole sono contenuti. Ma è invece necessario innaffiare l’aiuola più frequentemente. Il giardinaggio rimane un hobby che richiede tempo anche per le aiuole rialzate, ma è particolarmente gratificante con piante rigogliose di qui si può essere fieri.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.