Arredare

La cameretta dei bambini: consigli per colori e superfici

Torben Schröder

Rosa, blu, giallo o verde: i genitori scelgono il colore delle pareti nella stanza dei bambini quando questi sono ancora molto piccoli. Man mano che crescono, desiderano avere voce in capitolo in fatto di colori e decorazioni del loro regno. Qui vi forniamo consigli su colori, motivi e possibilità di personalizzazione per dipingere la camera dei bambini.

Primo piano di un bambino che dipinge un muro con vernice azzurra. Sullo sfondo anche una donna sta dipingendo.
© Getty Images

In questo articolo

Aspetti da considerare in generale

Prima che passiate direttamente al secchio e al pennello, vorremmo fornirvi alcuni consigli di ordine generale.

  • Utilizzare prodotti tollerabili: sempre, quando si dipinge, andrebbero usati colori non nocivi. Ciò vale in particolare per la cameretta di neonati e bambini poiché il sistema immunitario dei piccoli non è ancora completamente sviluppato ed è più sensibile agli additivi artificiali. Per questo motivo, al momento dell’acquisto dei prodotti, accertatevi che siano muniti del marchio ecologico per vernici, pitture e intonaci della fondazione indipendente «Schweizer Stiftung Farbe» e che contengano quindi il minor numero possibile di solventi, plastificanti e conservanti.
  • Preferire i colori tenui a quelli più intensi: naturalmente i bambini amano le pareti di colori vivaci e forti. La cameretta dei bambini, però, non è solo un luogo per giocare e scatenarsi, ma in molti casi è anche la stanza per rilassarsi e dormire. Quando si sceglie un colore, quindi, è importante essere certi che l’effetto finale della parete non appaia troppo «stimolante».
  • Accentuare invece di sovraccaricare: sicuramente il vostro bambino sarebbe contento fin dall’inizio di dipingere completamente la sua cameretta in un unico colore. Ma attenzione: dopo poco tempo potreste stancarvi di questo look monotono. Perciò è meglio scegliere più colori oppure dipingere alcune pareti solo a metà altezza.

Scegliere il colore giusto

Il verde ha un effetto tranquillizzante e il giallo è stimolante. L’avete mai sentito dire? Ogni colore influisce a livello psicologico su di noi. Sui bambini ancor più che sugli adulti. Pertanto, si dovrebbe scegliere con cura il colore della parete per la cameretta dei bambini. Di seguito vi presentiamo gli effetti di ogni colore.

Blu: rilassante e puro

I toni del blu irradiano una calma generale e hanno un effetto antistress. Per questo motivo sono particolarmente adatti nella camera da letto di adulti e bambini. Solitamente, i vostri figli sono sottoposti a costanti influssi esterni che poi elaborano a casa. Un’atmosfera rilassata può essere una buona scelta. Il blu è anche il colore delle pareti per bambini particolarmente paurosi.

Verde: tranquillo e fresco

Caratteristiche simili a quelle del blu sono attribuite al colore della natura, il verde. Trasmette pace, speranza, armonia e relax, non provoca stanchezza bensì rinfresca. I toni verdi usati con discrezione mettono di buon umore i bambini e ne favoriscono il sonno. I toni forti del verde possono avere un effetto rinvigorente.

Rosso: vivace e forte

Andrebbe evitato di dipingere di rosso l’intera cameretta dei bambini, perché l’effetto del colore è molto forte sotto diversi punti di vista. Il rosso può animare e attivare. Questa caratteristica lo rende ideale per essere utilizzato, ad esempio, nell’angolo della stanza in cui il bambino ha una scrivania per studiare. Anche i bambini riservati possono beneficiare dell’effetto. Al contrario, il rosso può, in casi estremi, causare aggressività.

Rosa: stimolante e vivace

È tranquillamente possibile dipingere l’intera stanza in una tonalità tenue del rosa, applicando una tonalità più forte, come per il rosso, il risultato può apparire sovraccarico ed impegnativo. Chi lo si desidera, può utilizzare il colore anche sui mobili e sugli accessori per creare un concetto di ambiente armonioso.

Vista su una cameretta di bambini con una parete dipinta di rosa e un lettino.

Se applicato sotto forma di discreto accento pastello, il rosa si abbina bene con le tonalità del grigio e del bianco senza apparire invadente.

Giallo: emozionante e sicuro di sé

Il colore giallo è comunemente attribuito alle caratteristiche del sole: mette allegria, è gradevole e irradia calore. Grazie ad esso i bambini assumono uno stato d’animo ottimista e sicuro di sé: più scure sono le sfumature del giallo, più è probabile che favoriscano un’atmosfera accogliente.

Lilla: incoraggiante ed equilibrato

Nelle tonalità pastello, il lilla ha lo stesso effetto calmante del blu. In una versione più intensa, i toni del lilla aumentano la creatività, promuovono la risolutezza e ripristinano l’equilibrio emotivo.

Arancione: attivatore e caldo

Il suggerimento segreto per la stanza dei bambini. Le tonalità arancioni favoriscono l’attenzione e hanno un effetto attivante. Questo può avere conseguenze positive soprattutto sui bambini assonnati. I toni che penetrano nella terra irradiano un effetto di grande calore, accoglienza e sicurezza.

Bianco: meglio evitarlo

Una cameretta bianca per bambini può apparire molto elegante agli occhi di noi genitori ma non è esattamente utile per lo sviluppo del vostro bambino. Infatti, i colori e i contrasti favoriscono il pensiero spaziale, stimolano l’immaginazione e promuovono l’attività. Più il bambino è grande, più questi aspetti sono importanti. Se decidete di dipingere di bianco le pareti, optate almeno per mobili e accessori dai colori brillanti.

Superfici e forme

Avete scelto un colore per la parete, ora resta solo da chiedersi: dipingo la stanza per intero? O solo a metà? Oppure secondo uno schema? Di seguito vi forniamo consigli a questo proposito.

Dipingere l’intera superficie

Se dipingete completamente le singole pareti ovvero dal basso fino al soffitto, in tinta unita, potete essere un po’ più coraggiosi e scegliere tonalità forti. Se invece volete dipingere l’intera stanza dei bambini in un unico colore, sarebbe opportuno usare piuttosto un tono chiaro in modo che la stanza non sembri troppo costrittiva.

Un mix tra pareti bianche e colorate è una buona idea. La scelta di quali pareti colorare dipende da vari fattori. In una cameretta dei bambini che si sviluppa in lunghezza andrebbe dipinta la parete più corta con un colore scuro: la stanza assomiglierà meno a un tubo. Se la stanza è piuttosto bassa, conviene dipingere le pareti in una tonalità leggermente più scura del soffitto: questo la farà sembrare più ampia. In generale, una buona idea è dipingere anche quelle pareti relativamente vuote.

Dipingere parte della parete

Stendendo il colore in modo strutturato in una cameretta dei bambini si pongono accenti entusiasmanti. Pertanto, valutate se dipingere solo in parte. Le suddivisioni più comuni sono, ad esempio, un terzo di un colore e due terzi dell’altro oppure metà a metà. Se questa procedura è troppo complicata per voi, potete anche orientarvi sugli elementi della stanza, ad esempio, il bordo inferiore di una finestra, il bordo superiore di un comodino oppure l’inizio dell’inclinazione del tetto.

Un ragazzino sta giocando con un aeroplano nella sua cameretta. Sullo sfondo si vede una parete dipinta di grigio fino all’inclinazione del tetto.

Una parete dipinta a mezza altezza e un albero come motivo realistico: in questa cameretta per bambini sono state concretizzate diverse idee.

Forme geometriche

Linee, rettangoli, cerchi, triangoli: le forme geometriche sulle pareti della stanza dei bambini generano entusiasmo e stimolano la fantasia del vostro bambino. Come in un’opera d’arte astratta, le figure possono anche essere posizionate diagonalmente o su due pareti. Il quadro complessivo naturalmente dovrebbe essere comunque armonioso e ordinato. Utilizzate diversi colori che si abbinano bene tra di loro, come il lilla e il bianco, o che appartengono alla stessa famiglia di colori, come l’albicocca, l’arancio e il marrone chiaro.

Un sottoinsieme speciale di forme geometriche è costituito dai motivi a righe. Con righe orizzontali, le camerette dei bambini sembrano un po’ più grandi. Più spesse sono le righe, più tranquilla appare la stanza. Si consiglia di abbinare un colore brillante al bianco: questo conferisce anche un effetto ottico positivo. Le righe verticali fanno sembrare più alta una stanza con pareti basse. Le righe sul soffitto garantiscono uno speciale richiamo visivo.

Motivi realistici

Anche immagini e motivi realistici sulle pareti stimolano il cervello del bambino. Tuttavia, ciò implica un maggiore impegno a livello di preparazione e attuazione. Inoltre, è importante ricordare che il motivo tanto amato oggi, ad esempio il personaggio preferito dei cartoni animati, potrebbe non esserlo più domani. Pertanto meglio optare per motivi senza tempo e meno dettagliati.

Raccomandazione della nostra redazione

Per completare l’articolo, i redattori hanno selezionato un contenuto adatto da Pinterest. È possibile visualizzarlo e nasconderlo con un clic.

Sono d’accordo con il caricamento di contenuti esterni. In questo modo, i dati personali possono essere trasmessi a terzi. Non abbiamo alcuna influenza sull’entità del trattamento dei dati da parte di terzi. (Ulteriori informazioni sono disponibili nella dichiarazione sulla riservatezza)

Alternative per la decorazione delle pareti

Non per forza dovete usare la classica pittura murale per conferire alla stanza dei bambini il suo carattere: esistono anche alternative che presentiamo qui in modo più dettagliato.

  • Parete lavagna: lasciate che siano i vostri figli a progettare le pareti da soli. La parete lavagna sta diventando sempre più di moda, poiché da tempo non è più disponibile solo nei classici colori scolastici verde o nero. L’aspetto migliore: la speciale composizione permette di disegnare sulle superfici dipinte con il gesso che poi potrà essere ripulito in tutta semplicità. Così il vostro bambino potrà dare libero sfogo alla sua fantasia sui muri.
  • Bordature: un modo molto discreto per riportare un motivo, un colore o un disegno su una parete è la bordatura. È possibile dipingere questa bordatura decorativa con vernice o acquistarla sotto forma di strisce di carta da parati da incollare o di ghirlande da fissare con chiodi. Le bordature delle camerette dei bambini contengono motivi adatti all’età, come animali o stelle.
  • Tattoo da parete: il vostro bambino vuole disperatamente gli unicorni sul muro, ma siete un po’ scettici su quanto durerà questa passione? Allora forse un tattoo da parete può essere una buona opzione. Se non piace più a vostro figlio, potrete rimuoverlo senza troppa fatica e senza lasciare residui.

Le domande e le risposte più importanti in sintesi

Come si dipinge una cameretta dei bambini?

Nel modo più colorato possibile per stimolare l’immaginazione del bambino. Anche le forme e i motivi aiutano.

A cosa devo prestare attenzione quando dipingo una cameretta dei bambini?

Utilizzate solo prodotti non nocivi con il marchio di qualità «Schweizer Stiftung Farbe». Assicuratevi anche che la stanza non appaia sovraccarica dopo averla tinteggiata.

Che colore devo usare per dipingere la cameretta dei bambini?

La decisione spetta interamente a voi e a vostro figlio. Tutti i colori hanno effetti diversi. Il blu, ad esempio, ha un effetto calmante, mentre il rosso è stimolante.

Posso tinteggiare di bianco una cameretta?

Andrebbe evitato, perché i bambini potrebbero annoiarsi in fretta in una stanza dipinta in modo neutro.

Devo dipingere la stanza dei bambini completamente di un unico colore?

Se decidete di farlo, il colore non deve essere troppo invadente; il rosso in tal caso andrebbe scartato. Si possono tinteggiare anche solo alcune pareti oppure alcune pareti a metà.

Quali motivi e forme posso usare per dipingere la cameretta dei bambini?

Ad esempio, forme geometriche che stimolano l’immaginazione del bambino, o righe che possono rendere la stanza diversa.

Che aspetto ha una cameretta dei bambini non dipinta?

Se si decide di non scegliere la tinteggiatura classica, si possono anche colorare le pareti con pareti lavagna, oppure aggiungere una bordatura o un tattoo da parete.

Conclusione: dare libero sfogo alla creatività

Tutte le pareti in un unico colore, forme geometriche o motivi realistici: sono molte le possibilità per il design delle pareti nella cameretta di un bambino. Tuttavia, a seconda dell’età dei vostri figli, si consiglia di discutere le idee direttamente con loro.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.