Arredare

Consigli per la progettazione e la decorazione del guardaroba

Jana Janssen

Il guardaroba: un’intera stanza per abiti, scarpe e accessori, che offre anche uno spazio elegante per vestirsi e prepararsi, rappresenta per molti la quintessenza del lusso e della «pompa». Mai più problemi di spazio nell’armadio. Anche voi l’avete sempre sognato? Con i nostri consigli, potete progettare e realizzare il vostro guardaroba personale.

Una donna in piedi in una stanza con grandi armadi a specchio su due pareti mentre si abbottona la camicetta.
© Getty Images

In questo articolo

Cabina armadio o direttamente guardaroba completo?

Cabina armadio e guardaroba sono spesso usati come sinonimi. Le stanze di piccole dimensioni o le nicchie nella camera da letto si prestano particolarmente per una cabina armadio. Se si dispone di una stanza libera un po’ più grande, è possibile creare un guardaroba completo. Questo non solo offre spazio per riporre gli abiti, ma anche per vestirsi e prepararsi. La differenza consiste dunque principalmente nelle dimensioni, ma anche nella realizzazione. Un guardaroba, infatti, dovrebbe essere particolarmente accogliente e invitante.

La progettazione: cosa occorre considerare?

Il modo migliore per progettare il vostro guardaroba dipende principalmente dall’immobile. Naturalmente, ideale è se costruite la vostra casa e potete progettare un guardaroba a piacimento fin dall’inizio. Anche in fase di acquisto della casa potete già pensare al guardaroba. Se invece volete convertire uno studio raramente utilizzato o una vecchia cameretta dei bambini nella vostra casa, si tratta di sfruttare al meglio lo spazio a disposizione. Soluzioni personalizzate vi aiutano a sfruttare al meglio lo spazio, anche sotto i tetti spioventi ad esempio.

Lo spazio ottimale per un guardaroba per due persone è di circa sei-otto metri quadrati, in modo da potervi riporre tutti gli abiti e avere ancora spazio libero per vestirsi e prepararsi. Può essere pratico anche avere il guardaroba direttamente adiacente alla camera da letto o al bagno; idealmente, crea una specie di passaggio tra le due stanze. In tal modo potrete approfittare del massimo comfort durante la vostra routine mattutina.

Un altro elemento importante per le dimensioni ideali del guardaroba: la quantità di oggetti che deve contenere. In fase di progettazione tenete presente tutti i vestiti, le scarpe e gli accessori come borse, sciarpe e gioielli. Non dimenticate: anche la biancheria intima e le calze hanno bisogno del loro spazio. E considerate anche un margine di spazio extra.

In un armadio aperto sono appese camicette, magliette e gonne. Borse e scarpe sono sistemate su uno scaffale.

Quando si progetta un guardaroba, si dovrebbe pensare non solo agli abiti, ma anche alle scarpe e alle borse.

L’arredamento: come realizzarlo?

Una volta terminata la progettazione del guardaroba, è il momento di passare alla sua realizzazione. Un guardaroba offre molto più spazio di un normale armadio o di una cabina armadio, quindi avete un margine di manovra molto più ampio. Dato che qui, oltre a scegliere velocemente i vostri abiti, vi cambierete e vi preparerete, dovreste arredarlo in modo particolarmente accogliente. Questo vi farà sentire più a vostro agio mentre vi vestite. Ciò include non solo i giusti mobili per tenere gli indumenti, ma anche posti a sedere, specchi e la giusta decorazione.

Quindi, non dovreste solo decidere con quali mobili arredare il guardaroba. Ci sono anche altri aspetti importanti: come deve essere l’illuminazione? Che colori desiderate per questo spazio? Come volete decorarlo? La chiave è trovare il proprio stile e soddisfare le esigenze quotidiane per vestirvi. Le seguenti considerazioni vi aiuteranno per l’arredamento.

I mobili giusti

Armadio chiuso o scaffali aperti? Vestiti appesi o piegati? Tutto dipende dal tipo di abbigliamento che portate. In generale vale la regola seguente: gli armadi chiudibili sono particolarmente ordinati, mentre gli scaffali presentano meglio i vestiti. È meglio appendere alcuni capi, ad esempio camicie e camicette o abiti e piegare invece i pesanti maglioni invernali. Questa panoramica vi aiuterà a trovare la giusta sistemazione per i vostri indumenti.

  • Maglioni: se appendete i maglioni pesanti su una gruccia, si allungano sempre di più nel tempo a causa del loro peso. Quindi, piegate sempre i maglioni e riponeteli su uno scaffale, sul fondo di un armadio chiuso o in un cassetto. Per evitare la formazione di pieghe, si consiglia di inserire della carta velina tra i diversi maglioni. In alternativa, si possono usare anche dei sacchetti di cotone. Questi forniscono un’ulteriore protezione dalle tarme.
  • Abiti: gli abiti dovrebbero essere appesi con una gruccia su una sbarra appendiabiti. Fate attenzione a non utilizzare grucce in filo metallico. Queste possono deformare le cuciture di scollatura e spalle. Se avete molti abiti lunghi, la sbarra dovrebbe essere fissata abbastanza in alto, in modo che anche l’orlo cada liberamente e non si sgualcisca. Fanno eccezione gli abiti con perline, che possono essere molto pesanti. E, se appesi, andrebbero a «stressare» eccessivamente le cuciture delle spalle. Anche in questo caso, meglio piegarli e utilizzare della carta velina.
  • Pantaloni: per quanto riguarda i pantaloni, il modo migliore per tenerli dipende interamente dal tessuto. Si possono piegare i jeans mentre i pantaloni in tessuto più fine, soprattutto se hanno le pinces, è meglio che vengano appese su speciali grucce per pantaloni.
  • Camicie e camicette: per le camicette da donna e le camicie da uomo si applica la stessa regola degli abiti. Non dovrebbero sgualcirsi. Per questo motivo, devono essere appesi sulla sbarra appendiabiti.
  • Scarpe e stivali: le scarpe e gli stivali vengono tenuti all’aperto dopo essere stati indossati in modo che possano prendere aria. Tuttavia, le calzature che non si indossano da lungo tempo possono anche essere spostate in un armadio chiuso all’interno di un sacchetto di cotone che li protegge dalla polvere. Per gli stivali alti, si consiglia inoltre di usare un tendistivali, in modo che la parte alta non si pieghi e non si creino pieghe. Tuttavia, anche la carta da giornale è adatta a questo scopo.
  • T-shirt: le T-shirt possono essere sia appese che piegate nell’armadio o su uno scaffale. L’opzione per risparmiare più spazio ovviamente è quella di piegarle, soprattutto se si hanno molte magliette.
  • Giacche: le giacche stagionali dovrebbero essere appese su una sbarra appendiabiti. Se non avete spazio, potete conservare piegate le giacche invernali d’estate e le giacche estive d’inverno. Anche in questo caso, si consiglia di avvolgerle nella carta velina o in sacchetti di cotone. In modo particolare le giacche di pelle, sulle quali in caso contrario potrebbero formarsi pieghe permanenti.
  • Biancheria intima: la biancheria intima è una cosa privata che solitamente non si vuole tenere in vista in un armadio aperto. Quindi, idealmente, va riposta in un cassetto. Anche in questo caso sono utili degli elementi divisori per cassetti, che creano un ordine supplementare.

Nella scelta per tenere gli indumenti è una buona idea combinare elementi aperti e chiusi, appendiabiti, scaffali e comò con cassettiere.

In una stanza luminosa si vedono scaffali aperti con molte scatole e cesti per tenere i vestiti. Al centro dell’immagine, delle giacche sono appese su una sbarra appendiabiti.

Gli scaffali aperti presentano i vestiti particolarmente bene. Scatole e cesti aiutano a mantenere tutto in ordine.

Poiché il guardaroba, ancor più della cabina armadio, dovrebbe invitare a soffermarsi anche più a lungo, non dovrebbe mancare una comoda poltrona o un accogliente récamiere. Così potete pianificare il vostro outfit in tutta tranquillità. Anche una toilette per il trucco è un elemento apprezzato nel guardaroba. E naturalmente è indispensabile avere un grande specchio, in cui si possa vedere il proprio outfit completo.

Un altro consiglio: installate diversi specchi con un’angolazione di 45 gradi. Questo vi permette di vedervi da tutti i lati.

La migliore illuminazione

Anche l’illuminazione è un elemento importante nel guardaroba. Dopotutto, non si vuole scegliere un vestito in penombra e scoprire improvvisamente alla luce del giorno che i colori non stanno bene insieme.

È quindi importante avere un’illuminazione che copra la maggior parte dell’area possibile. Nel migliore dei casi, l’illuminazione dovrebbe essere simile alla luce del giorno, soprattutto in una stanza senza finestre. Una o più grandi lampade diurne o lampade a spettro completo appese al soffitto, con una temperatura di colore di 5500 Kelvin, sono quindi ideali. Molti elementi a specchio nella stanza riflettono la luce, rendendola più luminosa.

Si consiglia inoltre di dotare i singoli armadi di luci in modo da poter sempre riconoscere al meglio i vestiti. Il resto dell’illuminazione dovrebbe essere naturale, piuttosto calda e soffusa, per farvi sentire a vostro agio mentre vi vestite.

Una donna in piedi in un guardaroba illuminato. Si specchia nella grande porta a specchio di un armadio.

I grandi specchi riflettono la luce, aggiungendo ancora più luminosità al guardaroba.

Scegliere colori e materiali

Tuttavia, non sono solo i mobili e l’illuminazione giusti a essere importanti per il fattore benessere nel guardaroba. Anche la scelta del colore, i materiali e il modo in cui si decora la stanza svolgono un ruolo importante.

Gli esperti di arredamento consigliano di realizzare il guardaroba in colori scuri, ad esempio blu scuro per le pareti e tonalità scure del legno per i mobili. Questo rende la stanza particolarmente calda, calma e accogliente. Soprattutto se avete un sacco di abiti colorati e non volete tenerli al chiuso, il guardaroba risulterà anche più elegante. In ogni caso, è importante che la stanza sia ben illuminata. Anche gli specchi e le superfici riflettenti, come i frontali in vetro o metallo dei mobili, forniscono più luce.

Nelle camere senza finestre, si dovrebbe optare per colori chiari. Scegliete armadi in legno chiaro o in bianco e create un piacevole contrasto con un pavimento leggermente più scuro. In tal modo si ovvierà alla mancanza di una finestra. Tuttavia, tenete presente che i colori chiari come il bianco tendono ad accentuare i colori degli abiti. Questo può essere un effetto desiderato, naturalmente, ma con un sacco di vestiti colorati in un armadio aperto, ciò può dare la sensazione di disordine.

Anche le dimensioni della stanza possono essere influenzate positivamente dal colore. In questo caso vale quanto segue: i colori freddi come l’azzurro fanno apparire una stanza più grande, mentre quelli caldi come il beige la fanno apparire più piccola. Un’intelligente combinazione di toni freddi e caldi può dilatare spazi molto stretti ed estendere stanze quadrate.

Dato che spesso si cammina a piedi nudi nel guardaroba, le piastrelle non sono indicate. Se non volete rinunciare alle piastrelle, allora il riscaldamento a pavimento è un must. Ma anche un tappeto riscaldante può essere d’aiuto: il pelo alto e morbido, ad esempio, è particolarmente piacevole. Se si ha la possibilità di scegliere, è meglio optare per un bel pavimento in legno o moquette.

La decorazione fa la differenza

Oltre a comode sedie o poltrone, è soprattutto la decorazione che fa la differenza tra una cabina armadio e un guardaroba. Se avete deciso di dedicare un’intera stanza al vostro guardaroba, dotatelo di quadri, vasi, cuscini, tende e tappeti. Ad esempio, le tende di velluto sono ideali per il guardaroba. Meglio coprenti, soprattutto se ci si cambia al chiaro. Le tende coprenti creano inoltre un’atmosfera accogliente.

Potete anche dare sfogo alla vostra creatività nella scelta dei quadri: che ne dite di appendere alla parete un paio di immagini dei vostri outfit preferiti? Oppure, per conservare come si deve i vostri gioielli, optate per alberi portagioie decorativi. L’importante è attuare il concetto di colore in modo coerente. Una combinazione di colori uniforme, infatti, infonde tranquillità nella stanza.

Conclusione: accogliente guardaroba in casa

Un guardaroba è un lusso, ma per molti appassionati di moda è un vero sogno. Il camerino XXL in casa dovrebbe essere non solo funzionale e pratico, ma anche accogliente. Ciò permette di cambiarsi, prepararsi e pianificare l’outfit in modo più divertente.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.