Vivere

Come proteggersi dagli scassinatori

Susanne Loacker

Le giornate si sono accorciate, la sera fa buio prima. L'inverno è la stagione dei furti con scasso. Qual è il modo migliore per proteggersi dalle visite indesiderate? Di seguito trovate nove consigli.

Una casa moderna a forma di cubo con una luce accesa al primo piano. L'ambiente circostante è molto buio, ad eccezione del piazzale antistante illuminato.
© Getty Images/iStockphoto

In questo articolo

Un furto con scasso ogni undici minuti

La paura degli scassinatori è giustificata da un lato dal fatto che, secondo la statistica dei furti con scasso del 2019, ogni undici minuti in Svizzera viene commesso un furto o qualcuno si introduce clandestinamente nelle abitazioni. Va detto che negli ultimi anni il numero di reati di questo tipo in Svizzera è diminuito, non da ultimo perché sono aumentati i casi di criminalità informatica. Solo pochi anni fa, la frequenza si attestava ancora ogni otto minuti.

Tuttavia, nessuno di noi vuole che qualcuno si intrufoli in casa in nostra assenza. Ancor meno vorremmo essere sorpresi dai ladri di notte.

I consigli più importanti per proteggersi dagli scassinatori

Sia dai casi risolti che da quelli irrisolti, gli inquirenti sono in grado di riconoscere gli schemi e di fornire consigli importanti a chi abita in una casa o in un appartamento.

1. Le finestre

Spesso la gente ha paura che uno scassinatore faccia un buco nella finestra con un attrezzo e poi entri in casa. Tuttavia, quasi nessun ladro porta con sé uno strumento così professionale – e al giorno d'oggi praticamente tutte le finestre hanno almeno i doppi vetri.

Abbassare le tapparelle durante la notte non è mai una cattiva idea, ma impedisce solo una parte delle effrazioni. Le finestre con l’anta ribalta aperta, invece, sono un problema anche durante il giorno perché uno scassinatore può aprirle in pochi secondi. Quando si esce di casa, non si dovrebbero lasciare le finestre aperte in questo modo, almeno non vicino al pianterreno.

2. Le porte

Il pericolo di furto con scasso dovuto a porte non chiuse bene, al contrario, viene spesso sottovalutato. Chiudiamo la porta a chiave quando andiamo al lavoro - ma se portiamo un attimo il latte al vicino e poi ci fermiamo per un caffè, spesso lasciamo la porta del balcone spalancata.

I professionisti dicono: l'occasione fa l'uomo ladro. Prima di rompere le finestre, uno scassinatore preferisce passare alla casa successiva e vedere se una porta è aperta. Un'eccezione è rappresentata dai furti con scasso in cui un ladro vuole entrare in una determinata casa perché là si trova qualcosa in particolare da sottrarre.

Una porta che conduce dall'esterno all'interno di una casa è rimasta spalancata.

Spesso si lascia aperta la porta del balcone o della terrazza senza pensarci.

3. L'impianto di allarme

Sembra assurdo, ma secondo i professionisti gli impianti di allarme sono particolarmente utili se sono ben visibili dall'esterno. Svolgono così un effetto preventivo. Una volta scattato l'allarme, la porta è già sfondata e, a seconda dell'ora del giorno, i ladri sono già lontani con il loro bottino prima che qualcuno arrivi sul posto.

4. Le luci

Lasciare le luci accese è una buona idea. Accenderle in vari punti della casa e in orari diversi è ancora meglio – ad esempio attraverso i timer o i sistemi di controllo di una smart home. I rilevatori di movimento all'esterno sono utili - ma non se il giardino è circondato da una siepe alta. In questo caso, infatti, il ladro è doppiamente avvantaggiato: grazie alla protezione visiva dai vicini e alla luce per lavorare.

5. I vicini

Naturalmente, ora non dovremmo trasformarci tutti in poliziotti e aspiranti agenti. Ma un po' di sorveglianza di vicinato fa sempre bene. Se vedete qualcuno che non conoscete, salutatelo educatamente e chiedetegli chi o cosa sta cercando. Secondo i professionisti questo è un metodo molto efficace per prevenire i furti con scasso.

6. La prudenza

I ladri non sono gentili né leali. Ci ingannano, con ogni mezzo. I professionisti riferiscono, ad esempio, di bande che hanno al proprio interno una donna incinta e magari si portano anche appresso bambini. La donna incinta suona alla porta e chiede un bicchiere d'acqua perché si sente male. Naturalmente, voi andate subito in cucina a prenderne uno. Nel frattempo, però, lasciate la porta aperta e il resto della banda può entrare in casa. Ma che fare se non si vuole rischiare di non aiutare qualcuno che ne ha davvero bisogno? Basta chiedere gentilmente di attendere e chiudere la porta, mentre si va a prendere il bicchiere d'acqua.

7. Il cane

Spesso, le persone che vivono da sole pensano di prendere un cane per avere compagnia in casa. Si tratta di una buona idea, soprattutto perché questi animali oltre ad essere molto affettuosi danno anche un senso di sicurezza. Tuttavia va ricordato che, statisticamente parlando, la maggior parte dei furti con scasso si verifica quando le persone non sono in casa. E spesso quando non lo sono neppure i cani.

Un cane bianco disteso su un pavimento di legno.

Il cane può fare la guardia alla casa solo quando anche lui è presente. In ogni caso, è dolcissimo.

8. La cantina

Molte persone mettono in sicurezza la loro casa sotto ogni aspetto, ma dimenticano la cantina, dove spesso le finestre sono vecchie – e soprattutto costantemente con l’anta a ribalta aperta. Anche le porte delle cantine, di solito, non sono protette sufficientemente. A volte una maggiore sicurezza sarebbe molto utile: più della metà di tutti i furti con scasso in Svizzera avviene con nient'altro che un semplice cacciavite.

9. La presenza

Se veramente vi è uno scassinatore in casa, il primo istinto ci dice: guardate sotto il letto o nell'armadio più vicino. Ma il professionista sostiene che è meglio non farlo. Fatevi sentire, alzate il volume della radio, mettete il computer su YouTube. La maggior parte delle persone non riesce ad urlare a comando. Un piccolo allarme a sirena o un fischietto sul comodino può quindi avere un effetto estremamente rassicurante.

Conclusione: cosa fare per proteggersi

La protezione assoluta contro gli scassinatori non esiste, tanto quanto la sicurezza assoluta. Tuttavia, vi sono alcune misure da intraprendere per mandare agli scassinatori il segnale di tenersi alla larga. Maggiori informazioni sulla frequenza dei crimini, suddivisi per reato o per Cantone, sono disponibili sul sito dell'Ufficio federale di statistica.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.