Vue sur un toit-terrasse flanqué de deux cheminées.
© Getty Images / iStockphoto

In questo articolo

Verificare lo stato della terrazza sul tetto

Siete fieri di possedere una terrazza sul tetto e non vedete l’ora di arredarla e creare un’atmosfera accogliente? Prima di farlo, tuttavia, è necessario verificare le condizioni del tetto per poter allestire al meglio la terrazza ed evitare spiacevoli sorprese. Ecco alcuni consigli importanti per la progettazione.

  • Impermeabilizzazione del tetto: assicuratevi che il tetto sul quale progettate la terrazza sia sufficientemente impermeabilizzato. Questo soprattutto se si desidera posizionare aiuole o piante direttamente sul pavimento. Eventualmente potrebbe essere necessario applicare una speciale pellicola protettiva per le radici.
  • Carico sul tetto: collocando vasi di piante, lastre di pietra naturale e forse anche una fontana, si carica particolarmente il tetto. Chiedete preventivamente all’architetto dell’edificio informazioni sulla capacità di carico massima.
  • Erogazione di acqua: su una terrazza arredata in modo accogliente le piante non dovrebbero mancare. E per questo serve l’acqua. Una tubazione dell’acqua separata che porta alla terrazza sul tetto facilita l’irrigazione.
  • Allacciamento elettrico: un’illuminazione d’atmosfera, una vasca idromassaggio o un impianto di irrigazione richiedono elettricità. Pertanto si consiglia di prevedere l’installazione di prese di corrente sulla terrazza.
Su una terrazza sul tetto vi sono quattro sedie arancioni, un tavolo e un ombrellone chiuso.

A quanto ammonta la capacità di carico del tetto? Volete realizzare un’illuminazione speciale? Vi sono alcune domande di base a cui bisogna rispondere prima di procedere con l’allestimento.

Primo passo nell’allestimento: le piante

Più grande è la vostra terrazza sul tetto, più importante è una divisione razionale dello spazio. In questo compito le piante possono esservi utili. Non solo sono esteticamente belle, ma offrono anche protezione dal vento e maggiore privacy, creano un’atmosfera accogliente e fungono da divisori per la zona pranzo e l’area relax. Ad esempio, si possono utilizzare erbe ornamentali in aiuole rialzate o piante di grandi dimensioni come il bambù.

Nella scelta delle piante, vanno cercati esemplari robusti e resistenti al gelo, perché su una terrazza sul tetto sono esposti a condizioni atmosferiche estreme e relativamente poco protette. Erbe mediterranee come il rosmarino e il timo, arbusti come il berbero e il tasso o piante pendenti e rampicanti come la clematide e l’edera dureranno a lungo.

Per avere maggiormente la sensazione di trovarsi in giardino, si possono collocare anche piccoli alberi. Utilizzate i secchi come base di sostentamento. Ma attenzione: non tutti gli alberi sono adatti a questo tipo di coltivazione. Si può ricorrere a diverse specie di acero, il pino mugo o il bosso. Garantite un adeguato apporto di sostanze nutritive e di acqua. Si dovrebbe anche fare in modo che le piante rimangano ben fissate anche in caso di vento forte o tempesta.

Una giovane donna annaffia le piante su una terrazza sul tetto.

Le piante non solo ricreano l’atmosfera del giardino sulla terrazza sul tetto, ma servono anche come divisori.

Per una terrazza sul tetto confortevole: pavimento e mobili

Per il pavimento è possibile utilizzare legno, pietra naturale o prato. Anche le superfici di ghiaia consentono di ottenere un bell’effetto estetico. Inoltre sono di facile cura. Qui vi forniamo qualche idea.

  • Legno naturale: questa pavimentazione ha un aspetto molto naturale, ma richiede anche particolare cura e protezione. La scelta dei tipi di legno è ampia. Per ottenere il miglior rapporto possibile tra costi d’acquisto e durata, scegliete il legno tenero di larice, abete Douglas o pino. Più costoso, ma anche più resistente alle intemperie, è per esempio il legno tropicale Bangkirai.
  • WPC: si tratta di un materiale composito di legno e plastica, il cosiddetto Wood Polymer Composite (WPC). Il WPC è facile da lavorare e molto resistente alle intemperie e ricrea comunque l’aspetto del legno sulla terrazza.
  • Pietra naturale: a causa del peso elevato, in questo caso è importante calcolare la capacità di carico massima del tetto. La pietra naturale rappresenta un’alternativa esteticamente molto pregiata e robusta. Soprattutto il granito è apprezzato per la sua superficie uniforme. Chi preferisce qualcosa di più stravagante sceglie l’ardesia. La pietra calcarea dona invece un look mediterraneo.
  • Prato: un’opzione un po’ più insolita per una terrazza sul tetto è il prato. Si può anche seminare sul tetto come in giardino. Ciò richiede tuttavia condizioni particolari, come ad esempio una sottostruttura provvista di drenaggio e ventilazione. Una soluzione rapida è il tappeto erboso arrotolato, che si può posare in breve tempo. La cura richiesta è minore rispetto a quella delle sementi nuove. Chi vuole una soluzione ancora più semplice, opta per l’erba artificiale.

Per i mobili, in linea di principio, vale la stessa regola delle piante: meglio un formato grande piuttosto che piccolo. Inoltre, il fattore relax dovrebbe essere in primo piano.

Mettetevi comodi su un lettino prendisole, mobili da salotto lounge, amache o un dondolo da giardino, per esempio. Assicuratevi che siano fatti con un materiale il più resistente possibile alle intemperie. Inoltre, essi non devono essere troppo pesanti, in modo da non gravare eccessivamente sul tetto.

Indispensabile realizzare una protezione solare

Su una terrazza sul tetto non solo le vostre piante sono esposte al sole, ma anche voi. Vi sono alcuni pratici accessori che proteggono dai forti raggi UV e che servono anche come elementi di design.

Le grandi vele parasole offrono ombra a sufficienza e assicurano un certo fascino da mari del Sud. Al contempo, proteggono dal vento e, se posizionate correttamente, fungono da schermo per la privacy contro occhi indiscreti. L’installazione è generalmente abbastanza semplice: gli alberi di supporto delle vele vengono fissati alla ringhiera della terrazza sul tetto. Il fissaggio con funi alla facciata della casa può fungere da sostegno. La vela stessa è solitamente realizzata in un tessuto di polietilene, particolarmente robusto e resistente ai raggi UV. È possibile scegliere tra vele rettangolari, triangolari o a forma di rombo. I prezzi variano da 50 franchi per un modello semplice a 5000 franchi per una versione personalizzata.

Ombrelloni, tettoie, tende da sole o pergole svolgono funzioni simili.

La scelta: giocare con l’acqua

Utilizzare l’acqua per ricreare la massima atmosfera mediterranea sulla vostra terrazza sul tetto è una buona idea. Ecco tre suggerimenti.

  • Un stagno sulla terrazza: per realizzare uno stagno non si deve per forza scavare – esso può avere anche una forma rialzata. Ne esistono diversi tipi: dal piccolo trogolo riempito d’acqua al grande esemplare ad alta tecnologia con sistema di filtraggio integrato, sul cui bordo è possibile anche sedersi.
  • Fontane: dall’elegante fontana a sfera in acciaio inox a quella rustica in legno con pompa, fino al gioco d’acqua esoterico con vaso in terracotta – i dolci suoni dell’acqua aumentano il benessere su ogni terrazza sul tetto.
  • Vasca idromassaggio: la disciplina suprema nell’impiego dell’acqua è disporre di una propria vasca idromassaggio. Ammirare il tramonto dalla terrazza sul tetto con una piacevole temperatura dell’acqua e un massaggio rilassante – meraviglioso!

Conclusione: la terrazza sul tetto – il giardino per chi abita in città

Con una terrazza sul tetto arredata nel modo adatto, coloro che vivono in città hanno la possibilità di vivere un po’ nella natura, direttamente sopra le loro mura domestiche. Dalla fontana alla posa del prato all’utilizzo di piccoli alberi, le possibilità sono innumerevoli.

Prossima lettura

Sul nostro sito web utilizziamo cookie e strumenti di analisi per migliorare costantemente l’utilizzo del sito da parte degli utenti, in modo da potervi offrire il miglior servizio possibile e personalizzare la pubblicità per voi sul nostro sito e con i nostri partner di marketing. Utilizzando il nostro sito web, l’utente acconsente all’uso dei cookie. Norme più dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione  sulla tutela dei dati personali.